Corrispettivi elettronici: dall’1 marzo 2020 debutta il nuovo tracciato Xml – Diario quotidiano del 20 febbraio 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 20 febbraio 2020



Nel DQ del 20 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Corrispettivi: dal 1° marzo 2020 debutta il nuovo tracciato Xml (versione 7.0) 2) Fatturazione elettronica: predisposti dal Garante Privacy accertamenti sui trattamenti di dati effettuati dagli intermediari
3) Sistemi di misura energia elettrica: trasmissione dei certificati
4) Milleproroghe, la Camera conferma la fiducia: saltato il rinvio dell’obbligo di pagamenti tracciabili sulle spese detraibili
5) La svalutazione del compendio immobiliare non rileva fiscalmente
6) Navicelle spaziali: niente Iva sulle cessioni e prestazioni
7) Le quote pagate dagli artisti per partecipare al concorso rilevano ai fini IVA in Italia
8) Lease back: indeducibilità dei canoni leasing al pari dell’acquisto
9) Milleproroghe: più tempo alle Srl per nominare gli organi di controllo
10) Al via la riforma Irpef, ma senza la flat tax, l’imposta rimarrà progressiva

1) Corrispettivi elettronici: dal 1° marzo 2020 debutta il nuovo tracciato Xml - versione 7.0

corrispettivi tracciato XMLIl nuovo tracciato XML consentirà di bypassare alcuni limiti attuali, tra i quali la questione della duplicazione d’imposta per i corrispettivi, nel caso in cui poi segua la fattura elettronica richiesta dal cliente.

Si tratta del nuovo tracciato «Versione 7.0 - marzo 2020» che dal 1° marzo 2020 affiancherà quello attuale e che dal 1° luglio 2020 lo sostituirà definitivamente.

Assosoftware, in una nota del 19 febbraio 2020, spiega le novità del nuovo tracciato Xml (versione 7.0 - marzo 2020).

 

Corrispettivi elettronici: nuovo tracciato Xml

In relazione ai limiti del tracciato Xml u