Approvati gli ISA 2020 - Diario Quotidiano del 3 Febbraio 2020

Nel DQ del 3 Febbraio 2020:
1) Oicvm esteri: niente ostacoli per il rimborso sui dividendi
2) L’emissione volontaria della fattura a tutti evita il registratore di cassa telematico e altri chiarimenti da Telefisco
3) Regalie al Terzo Settore: decreto in G.U.
4) Commercialisti: inibito il deposito dei documenti del cliente presso la sede dell’Ordine territoriale
5) Ade e FIGC: rinnovata l’intesa per i controlli sulle società
6) Approvato il modello di dichiarazione “REDDITI 2020–PF”, con le relative istruzioni
NOTIZIA IN EVIDENZA – 7) Approvati gli ISA 2020 più evoluti
8) Le prestazioni del chiropratico sono soggette ad IVA, niente esenzione
9) Regime impositivo dei rimborsi ai medici per gli spostamenti dal Comune di residenza al luogo di lavoro
10) Dipendenti pubblici: limite ordinamentale e assegno di invalidità

Approvati gli ISA 2020

7) Approvati gli ISA 2020 più evoluti

 

Individuati i dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale – ISA per il periodo di imposta 2020, con l’approvazione di n. 175 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi, da utilizzare per il periodo di imposta 2019, nonché l’individuazione delle modalità per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2019 e programma delle elaborazioni degli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili a partire dal periodo d’imposta 2020

 

ISA 2020: il provvedimento dell’Agenzia

 

Pubblicato venerdì scorso dall’Agenzia delle entrate il Provvedimento del 31/01/2020 con i seguenti Allegati:

  • 1 – Ulteriori dati per l’applicazione degli Isa al periodo d’imposta 2020;
  • 2 – Caratteristiche tecniche per la stampa dei modelli;
  • 3 – Elementi di riscontro relativi alle dichiarazioni dei soggetti deleganti;
  • 4 – Elenco attività economiche per le quali elaborare gli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo d’imposta 2020.

Il comma 4 dell’art. 9-bis del decreto legge n. 50 del 2017, come convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 2017, ha previsto che i contribuenti cui si applicano gli indici dichiarano, anche al fine di consentire un’omogenea raccolta informativa, i dati economici, contabili e strutturali rilevanti per l’applicazione degli stessi, sulla base di quanto previsto dalla relativa documentazione tecnica e metodologica approvata con il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, indipendentemente dal regime di determinazione del reddito utilizzato.

Tale disposizione prevede che con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro il 31 gennaio dell’anno per il quale si applicano gli indici, sono individuati tali dati.

A tal fine, con il presente provvedimento sono individuati, al punto 1, i dati economici, contabili e strutturali rilevanti per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità per il periodo di imposta 2020, da dichiarare da parte dei contribuenti.

Con riferimento a tali dati viene dato possibile che, a seguito delle attività di elaborazione degli indici, il numero degli stessi possa essere ridotto.

In particolare, i dati contabili potranno essere ridotti ed accorpati, oppure sostituiti con quelli previsti nei quadri di determinazione del reddito dei modelli dichiarativi Redditi.

Al punto 2 del presente provvedimento sono approvati i modelli con cui i contribuenti comunicano all’Agenzia delle entrate, in sede di dichiarazione dei redditi, i dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale e della loro successiva evoluzione.

I modelli, approvati con il presente provvedimento costituiscono parte integrante della dichiarazione dei redditi da presentare con il modello Redditi 2020.

Altresì il presente provvedimento, ai punti 3, 4, 5, 6 e 7, definisce, rispettivamente, la modalità per la “Reperibilità dei modelli e autorizzazione alla stampa”, le “Modalità per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2019” e le “Modalità per la trasmissione dei dati”.

Con riferimento al punto 4, il decreto ministeriale 24 dicembre 2019 prevede che, ai fini della determinazione del punteggio di affidabilità relativo agli indici sintetici di affidabilità fiscale, sono necessari ulteriori dati, resi disponibili dall’Agenzia delle entrate, individuati nella Nota tecnica e metodologica allegata al medesimo decreto; tali ulteriori dati sono direttamente utilizzati dai contribuenti interessati per l’applicazione degli indici oppure possono essere dagli stessi modificati, laddove non corretti.

Nei punti 5 e 6, sono…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it