Auto aziendali, forfettari 2020 e tutte le novità fiscali - Diario Quotidiano del 4 gennaio 2020

Un imperdibile resoconto di tutte le principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 e dal relativo decreto fiscale collegato, un mare d modifiche esposte nelle 53 pagine del Diario Quotidiano di oggi, da conservare per essere consultato durante tutto l’anno:
Industria 4.0: incentivi a PMI e professionisti. Pubblicato il decreto MISE
– Proroga fino al 31 dicembre 2020 del “bonus verde”
– Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti: chiarimenti dalle Entrate
– Approvata legge di Bilancio 2020 e pubblicata in G.U.
– Controllante identificata in Italia ammessa all’Iva di gruppo
– Decreto fiscale di fine anno convertito e pubblicato in G.U.
– Distributori di carburanti e trasmissione dei corrispettivi giornalieri: in un provvedimento il calendario per l’avvio graduale da parte degli operatori
– Flussi provenienti da partecipazioni in società residenti in Brasile
– Imposta locale sul consumo di Campione d’Italia – Linee guida

Legge bilancio 2020

Industria 4.0: incentivi a PMI e professionisti: pubblicato il decreto MISE

  • Industria 4.0: incentivi a PMI e professionisti. Pubblicato il decreto MISE
     
  • Proroga fino al 31 dicembre 2020 del “bonus verde”
     
  • Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti: chiarimenti dalle Entrate
     
  • Approvata legge di Bilancio 2020 e pubblicata in G.U.
     
  • Controllante identificata in Italia ammessa all’Iva di gruppo
     
  • Decreto fiscale di fine anno convertito e pubblicato in G.U.
     
  • Distributori di carburanti e trasmissione dei corrispettivi giornalieri: in un provvedimento il calendario per l’avvio graduale da parte degli operatori
     
  • Flussi provenienti da partecipazioni in società residenti in Brasile
     
  • Imposta locale sul consumo di Campione d’Italia – Linee guida

 

***

–> se ti serve consultare il testo integrale della Legge di Bilancio 2020 –> – L. 27/12/2019 n. 160 – testo definitivo

–> invece il decreto fiscale collegato: Testo coordinato conversione D.L. 124/2019, Legge 19 dicembre 2019 n. 157 – manovra fiscale 2020

***

 

Industria 4.0: incentivi a PMI e professionisti. Pubblicato il decreto MISE

 

Partito il nuovo incentivo Industria 4.0 che consentirà alle piccole e medie imprese delle regioni meno sviluppate di ottenere un mix di agevolazioni a sostegno dei propri investimenti.

Difatti, il decreto 30 ottobre 2019 del Ministero dello Sviluppo Economico, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 19 dicembre 2019, stabilisce termini, modalità e procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento innovativi finalizzati a consentire la trasformazione tecnologica e digitale delle piccole e medie imprese mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti al piano Impresa 4.0 ovvero a favorire la loro transizione verso il paradigma dell’economia circolare.

Le agevolazioni, gestite da Invitalia, vengono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. Sarà il Mise a definire le modalità e i termini di apertura di ciascuno degli sportelli per la presentazione delle domande di agevolazioni.

 

Industria 4.0 e auto aziendali con detrazione Iva limitata al 40% fino al 2022

 

Auto aziendali con detrazione Iva limitata al 40 fino al 31 dicembre 2022.

Con la Decisione di esecuzione (UE) 2019/2138 del consiglio del 5 dicembre 2019, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 13 dicembre 2019, il Consiglio dell’UE ha autorizzato l’Italia a mantenere, fino al 31 dicembre 2022, il limite del 40% posto al diritto di detrarre l’Iva nel caso di spese relative a veicoli stradali a motore, non utilizzati esclusivamente per scopi professionali.

 

Auto aziendali: tassazione dei veicoli aziendali concessi in uso promiscuo ai dipendenti

(articolo 1, commi 632 e 633, legge di bilancio 2020)

 

Modificata la tassazione dei veicoli aziendali concessi in uso promiscuo ai dipendenti, che sarà agganciata ai valori di emissione di anidride carbonica: all’aumentare di questi, aumenterà il reddito figurativo. Il compenso in natura, attualmente, è pari al 30% dell’importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15mila chilometri, calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio indicato nelle apposite tabelle dell’Aci.

Viceversa, in relazione ai contratti stipulati a decorrere dal 1° luglio 2020: per i veicoli con CO2 entro i 60 grammi per chilometro, si assumerà il 25% del costo chilometrico ACI; per i veicoli con CO2 superiore a 60 gr per km ma non a 160, si assumerà il 30%; per i veicoli con CO2 superiore a 160 gr per km ma non a 190, si assumerà il 40% (dal 2021, il 50%); per i veicoli con CO2 oltre i 190 gr per km, si assumerà il 50% (dal 2021, il 60%).

 

Registro titolari effettivi: schema di decreto in consultazione fino al 28 febbraio 2020

 

E’ già da tempo in consultazione lo schema di decreto sul registro della titolarità effettiva.

Gli amministratori delle imprese con…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it