Rivalsa IVA da accertamento negata – Diario Quotidiano del 23 Dicembre 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 23 dicembre 2019

Nel DQ del 23 Dicembre 2019
: NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Rivalsa IVA da accertamento negata, occorre adire l’autorità giudiziaria in sede civilistica
2) Iva al 4% per l’acquisto dell’auto da parte del disabile anche se non dispone della certificazione, ma verrà rilasciata con effetto retroattivo
3) Commercialisti: dal 2020, con un software ad hoc, sarà più agevole gestire le delibere dei procedimenti disciplinari
4) Commercialisti: rinviata al 15 febbraio 2020 la compilazione del questionario antiriciclaggio che riguarda un campione di iscritti
5) Impegno cumulativo all’invio delle dichiarazioni, niente obbligo di firmare i moduli fiscali con la consegna al cliente: ecco tutti i chiarimenti dal CNDCEC
6) Contenzioso tributario ancora in calo
7) Tassazione della Digital Economy secondo le più recenti linee di intervento OCSE
8) Datori di lavoro agricoli: Precisazioni INPS
9) Codici contratto all’interno del flusso Uniemens. Modifiche dal periodo di paga gennaio 2020
10) Obbligo di certificazione telematica dei corrispettivi: le tre risposte delle Entrate
11) Già disponibili le bozze 730/2020, 770/2020 e CU 2020
12) Registro nazionale degli aiuti di Stato: Adempimenti

1) Rivalsa IVA da accertamento negata, occorre adire l’autorità giudiziaria in sede civilistica

IVA: non è possibile esercitare il diritto di rivalsa IVA nei confronti dei cessionari cancellati dal registro delle imprese (nel caso di specie, ditte individuali e società in nome collettivo).

Diario quotidiano di notizie fiscali aggiornateNel caso di mancato pagamento dell'IVA da parte del cessionario o committente l'unica possibil