Congedo di maternità dopo il parto: arrivate le istruzioni operative - Diario Quotidiano del 17 Dicembre 2019

Nel DQ del 17 Dicembre 2019:
NOTIZIA IN EVIDENZA – 1) Congedo maternità dopo il parto: arrivate le istruzioni operative
2) Interesse legale fissato dal 1° gennaio 2020 allo 0,05%
3) Fissate delle modalità di pagamento dell’accisa; entrate tributarie in crescita
4) Comunicazioni di irregolarità: pubblicata dalle Entrate la guida per chi le riceve | Cessioni extra-Ue: niente Iva anche senza identificazione
5) Attività di B&B: senza la prevalenza non sono dovuti i contributi all’INPS
6) Portale CNDCEC per il controllo delle incompatibilità degli iscritti presso il Registro delle Imprese
7) Bollo auto si paga anche Agenzie pratiche automobili | Manovra 2020: Tobin Tax e rinvio mercato tutelato energia
8) La vendita di biglietti, per l’accesso a spettacoli e sport via Internet, si configura come un servizio di intermediazione, niente esoneri
9) Vending machine? Arrivano i chiarimenti
10) La fattura elettronica va trasmessa tramite SdI non oltre il 12° giorno, altrimenti scattano le pesanti sanzioni

1) Congedo di maternità dopo il parto: arrivate le istruzioni operative INPS

Possibilità della lavoratrice di astenersi dopo il parto, entro i cinque mesi successivi e documentazione sanitaria da acquisire nel corso del settimo mese di gravidanza: arrivano i chiarimenti dall’INPS.

 

Circolare INPS sul congedo di maternità

Diario quotidiano di notizie fiscali aggiornateL’INPS, ha emanato la recente circolare n. 148 del 12 dicembre 2019, con la quale ha fornito nuove istruzioni per la fruizione del congedo di maternità e paternità esclusivamente dopo il parto.

 

Il congedo di maternità ora può essere fruito interamente dopo il parto

La Legge di Bilancio per il 2019 ha riconosciuto alle lavoratrici, in alternativa alle modalità tradizionali, la facoltà di astenersi dal lavoro esclusivamente dopo l’evento del parto, entro i cinque mesi successivi allo stesso.

La gestante può esercitare la facoltà di fruire di tutto il congedo di maternità dopo il parto, se un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato e il medico competente, ai fini della prevenzione e tutela della salute nei luoghi di lavoro, attestino che tale opzione non arrechi pregiudizio alla salute della gestante e del nascituro.

La documentazione sanitaria deve essere acquisita dalla lavoratrice nel corso del settimo mese di gravidanza e deve attestare l’assenza di pregiudizio alla salute della gestante e del nascituro fino alla data presunta del parto ovvero fino all’evento del parto, qualora dovesse avvenire in data successiva a quella presunta.

La circolare contiene, inoltre, esempi esplicativi circa i riferimenti temporali da rispettare e la durata del congedo di maternità.

Nella stessa circolare vengono forniti anche chiarimenti in merito alle attestazioni che dovranno essere prodotte dal datore di lavoro entro la fine del settimo mese di gravidanza e le istruzioni in caso di parto anticipato rispetto alla data presunta.

 

Martedì 17 dicembre 2019

A cura di Vincenzo D’Andò

 

Per leggere le altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

 

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it