Gestione separata INPS: ampliate le tutele per malattia e degenza ospedaliera - Diario Quotidiano del 20 Novembre 2019

Nel DQ del 20 Novembre 2019:

1) Acconti Irpef/Ires/Irap 2019 in scadenza il 2 dicembre 2019
2) Rafforzamento ZES (Zone Economiche Speciali)
3) Proroga del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno
4) Esenzione canone RAI per gli anziani a basso reddito
5) Contributi alle scuole pubbliche per abbonamenti a quotidiani e periodici
6) Proroga Ape sociale
7) Soggetti residenti in Paesi extra Ue: non possono accedere alla liquidazione Iva di gruppo
8) Al via il bonus per acquisto smart TV e decoder
9) Migliorano i tempi di pagamento delle Pubbliche amministrazioni
NOTIZIA IN EVIDENZA 10) Iscritti alla Gestione separata INPS: ampliate le tutele
11) I riposi giornalieri del padre (lavoratore dipendente) quando la madre è una lavoratrice autonoma
12) Emendamenti ammissibili al decreto fiscale collegato alla manovra 2020

Iscritti alla Gestione separata INPS: ampliate le tutele previdenziali

Diario quotidiano di CommercialistaTelematico

Ampliate le tutele per malattia e degenza ospedaliera a favore degli iscritti alla Gestione separata INPS (qui sono disponibili le aliquote contributive per il 2019).

Il D.L. n. 101/2019, convertito dalla legge n. 128/2019, ha ampliato la tutela previdenziale relativa all’indennità giornaliera di malattia e all’indennità di degenza ospedaliera per gli iscritti alla Gestione separata.

Dal canto suo, l’INPS, adesso, con la circolare n. 141 del 19 novembre 2019, procede con l’illustrazione delle novità normative, fornendo, al contempo, le prime istruzioni.

 

Requisiti reddituali e contributivi per accedere alle tutele della Gestione Separata

Si modifica il requisito contributivo richiesto ai lavoratori per accedere alle tutele (precedentemente fissato in 3 mensilità di contribuzione nei 12 mesi precedenti l’evento di malattia) mentre si conferma quello reddituale.

 

Pertanto, le indennità di malattia e di degenza ospedaliera, per gli eventi verificatisi a decorrere dal 5 settembre 2019, vengono riconosciuti se:

  • nei 12 mesi precedenti l’evento risulti attribuito, cioè accreditato, almeno 1 mese di contribuzione nella Gestione separata;
  • nell’anno solare che precede quello in cui è iniziato l’evento, il reddito individuale, assoggettato a contributo, presso la gestione separata non sia superiore al 70% del massimale contributivo di cui all’articolo 2, comma 18, della legge n. 335/1995, valido per lo stesso anno.

 

I cambiamenti delle prestazioni della gestione separata INPS

A) Indennità di degenza ospedaliera raddoppiata

(art. 51, comma 1, della legge 23 dicembre 1999, n. 488 – D.M. 12 gennaio 2001)

A seguito dell’entrata in vigore della norma in esame, la misura dell’indennità di degenza ospedaliera di cui al D.M. 12 gennaio 2001 è aumentata del 100%.

Conseguentemente, sono state ricalcolate le percentuali da applicare, a seconda della contribuzione attribuita nei dodici mesi precedenti il ricovero, sull’importo che si ottiene dividendo per 365 il massimale contributivo di cui all’articolo 2, comma 18, della citata legge n. 335/1995, valido per l’anno nel quale ha avuto inizio la degenza.

Pertanto, per le degenze iniziate a decorrere dal 5 settembre 2019, l’indennità, calcolata su 280,94 euro, corrisponde, per ogni giornata indennizzabile, a:

  • 44,95 euro (16%), in caso di accrediti contributivi da 1 a 4 mesi;
  • 67,43 euro (24%), in caso di accrediti contributivi da 5 a 8 mesi;
  • 89,90 euro (32%), in caso di accrediti contributivi da 9 a 12 mesi.

 

B) Indennità di malattia raddoppiata

(art. 1, comma 788, della legge n. 296/2006 – art. 24, comma 26, del D.L. 201/2011, convertito dalla Legge n. 214/2011)

La misura della prestazione è pari al 50% dell’importo corrisposto a titolo di indennità per degenza ospedaliera a favore dei lavoratori iscritti alla Gestione separata.

Con l’entrata in vigore del decreto-legge n. 101/2019, convertito dalla legge n. 128/2019, anche l’indennità di malattia viene quindi raddoppiata.

Conseguentemente, per gli eventi di malattia iniziati a decorrere dal 5 settembre 2019, l’indennità viene calcolata su 280,94 euro e corrisponde, per ogni giornata indennizzabile, a:

  • 22,48 euro (8%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 1 a 4 mensilità di contribuzione;
  • 33,71 euro (12%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 5 a 8 mensilità di contribuzione;
  • 44,95 euro (16%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 9 a 12 mensilità di contribuzione.

 

C) Periodi di malattia oncologica o cronico-degenerativa equiparati alla degenza ospedaliera

(art. 8, comma 10, della legge n. 81/2017)

malattia e degenza ospedaliera per iscritti alla gestione separataI periodi di malattia, certificata come conseguente a trattamenti terapeutici di malattie oncologiche, o di gravi patologie cronico-degenerative ingravescenti o che comunque comportino una…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it