Autotrasporto: ok alla compensazione tra i debiti delle imprese associate senza perdere deducibilità e detraibilità – Diario Quotidiano del 18 Novembre 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 18 novembre 2019

Nel DQ del 18 Novembre 2019
1) Entrate tributarie e contributive ancora in crescita nei primi nove mesi dell’anno
2) Agenzia Entrate Riscossione segnala tentativi di truffa via pec alle banche
3) Reddito e Pensione di Cittadinanza: a novembre già accolte 1.021.761 di domande
4) Stoppati gli incrementi sull’adeguamento dei requisiti per l’accesso alla pensione dal 1° gennaio 2021
5) Lavoro intermittente apparentemente vietato ma ammesso da un DM
6) F24: già da adesso per le compensazioni si utilizza il canale Entratel/Fisconline, stop home banking
7) Gruppo Iva e società veicolo di cartolarizzazione: responsabilità solidale estesa ma con limiti
NOTIZIA IN EVIDENZA - 8) Autotrasporto: ok alla compensazione tra i debiti delle imprese associate senza perdere detraibilità e deducibilità
9) Regime opzionale di tassazione di gruppo ai fini IRES (consolidato fiscale) valido anche se integrato ma entro 90 giorni
10) Vendite al dettaglio da parte degli istituti vendite giudiziarie: ricorre l’obbligo di certificare i corrispettivi

8) Autotrasporto: ok alla compensazione tra i debiti delle imprese associate: anche così gli acquisti di carburante sono detraibili e deducibili

Il rapporto di conto corrente tra l’ente e le imprese di autotrasporto associate non costituisce inadempimento dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti relativi agli acquisti di carburante per autotrazione.

Il pagamento del saldo risultante dagli importi non compensati a favore di uno dei due soggetti del rapporto viene comunque effettuato con mezzi tracciabili.

Inoltre, tutte le operazioni oggetto di compensazione, a decorrere dal 2019, sono documentate con