Pagare i tributi più facilmente, digitalizzazione delle procedure

Gli obiettivi auspicati: meno disagi per i contribuenti. Il cittadino potrà fissare un appuntamento dal proprio computer, smartphone o tablet. Verso il miglioramento dei tempi di attesa allo sportello delle Entrate/Riscossione.

Arrivano nuovi sistemi informatici per pagare i tributi più facilmente

Gli obiettivi auspicati: meno disagi per i contribuenti. Il cittadino potrà fissare un appuntamento dal proprio computer, smartphone o tablet. Verso il miglioramento dei tempi di attesa allo sportello delle Entrate/Riscossione.

Si è svolta ieri in Commissione Finanze della Camera l’audizione del Presidente dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, Antonino Maggiore.

Schema di atto aggiuntivo alla convenzione tra MEF e ADE/AeR

Nella mattina di giovedì 10 ottobre 2019 si è tenuta, presso la VI Commissione Finanze della Camera, l’audizione di Antonino Maggiore, Direttore di Agenzia delle entrate e Presidente di Agenzia delle entrate-Riscossione, per l’esame dello schema di atto aggiuntivo alla convenzione tra il Ministro dell’Economia e delle Finanze e il Direttore dell’Agenzia delle entrate.
Si tratta, in particolare, dello “Schema di atto aggiuntivo alla convenzione tra il Ministro dell’economia e delle finanze e il direttore dell’Agenzia delle entrate per la definizione dei servizi dovuti, delle risorse disponibili, delle strategie per la riscossione nonché delle modalità di verifica degli obiettivi e di vigilanza sull’ente Agenzia delle entrate-Riscossione, per il periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2019”.

Meno attese per i contribuenti

Tra le notizie, contenute nel citato documento che potrebbero maggiormente interessare i cittadini ci sono le seguenti.

Si andrà verso una progressiva digitalizzazione delle procedure, con maggiore efficienza nell’erogazione dei servizi, misurata attraverso una riduzione dei tempi di attesa del cittadino allo sportello, che potrà fissare un appuntamento dal proprio computer, smartphone o tablet, scegliendo giorno e fascia oraria tra quelle disponibili. Proseguiranno inoltre le iniziative relative al miglioramento della fase di accoglienza del contribuente attraverso l’estensione del servizio di prenotazione degli appuntamenti sugli sportelli dotati di sistemi elettronici per la rilevazione e la gestione delle code.

 

Gli indicatori che ci diranno se l’obiettivo sarà raggiunto

L’obiettivo dichiarato è quello di “Garantire il contenimento dei costi nel rispetto dei vincoli di spesa prescritti dal Legislatore attraverso azioni mirate per il progressivo efficientamento dei processi gestionali e di riscossione” e sarà misurato mediante i seguenti tre indicatori:

– “Contenere il costo per ogni 100 euro riscossi”, già presente nel precedente Atto aggiuntivo 2018 e riconfermato, con un target di 12 euro per ogni 100 euro riscossi, quale rapporto tra il totale dei costi a bilancio al netto del risultato di periodo e il volume complessivo della riscossione da ruolo realizzata nell’unità di tempo.
– “Tempi di attesa allo sportello” di nuova introduzione, il cui target è stato definito nel miglioramento delle performance rispetto al 2018. L’indicatore misura il tempo medio di attesa per i contribuenti prima di essere serviti agli sportelli che, già dal 2018, sono dotati di sistemi elettronici di rilevazione e gestione delle code (codometri).
– “Sistema prenotazione appuntamenti”, di nuova introduzione, il cui target è stato definito nell’attivazione dello stesso presso l’80% degli sportelli territoriali dotati di sistemi elettronici di rilevazione e gestione delle code. L’indicatore misura la capacità di estendere il sistema di prenotazione online, disponibile sia nell’area pubblica del portale sia nell’APP Equiclick, per fissare un appuntamento agli sportelli dotati di sistemi elettronici di rilevazione e gestione delle code (codometri), scegliendo giorno e ora.

 

Altri obiettivi da raggiungere

a) favorire l’operatività digitale attraverso nuovi servizi rivolti ai contribuenti disponibili sul sito istituzionale e sull’App (EquiClick), con particolare riferimento a quelli di supporto alla definizione agevolata per consentire la presentazione online della domanda di adesione alla “rottamazione ter” e al “saldo e stralcio”, la consultazione della posizione debitoria, la corrispondenza digitale, la simulazione degli importi da corrispondere e la stampa dei relativi modelli di pagamento;

b) migliorare l’area riservata ai cittadini e alle imprese del sito istituzionale in termini di contenuti, informazioni e servizi disponibili; in tale ambito si prevede anche di far evolvere il servizio di rateizzazione online introducendo ulteriori funzioni in modalità self service quali, ad esempio, la creazione del bollettino RAV, la selezione della data di scadenza della prima rata;

c) ampliare i canali di contatto per i contribuenti, alternativi allo sportello fisico, attraverso l’estensione dei servizi informativi e di pagamento erogati tramite ATM e Internet Banking;

d) favorire le possibilità di scelta e di garanzia per i pagamenti da parte dei contribuenti, attraverso la massima diffusione degli strumenti di identificazione digitale, estendendo il servizio pagoPA anche ai pagamenti effettuati con gli attuali bollettini cartacei (c.d. “modello 3”)

e) migliorare il sistema di delega agli “intermediari” fiscali (commercialisti, consulenti del lavoro, tributaristi, ecc.), per incrementarne l’operatività online;

f) mantenere il livello di soddisfazione dei cittadini e degli intermediari sull’intera gamma di servizi online, anche di nuova introduzione attraverso strumenti di misurazione basati su web survey.

 

11 ottobre 2019

Vincenzo D’Andò

***

Questa informazione è tratta dal Diario Quotidiano di oggi pubblicato su CommercialistaTelematico

 

 

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it