Normativa antiriciclaggio al restyling – Diario Quotidiano del 7 Ottobre 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 7 ottobre 2019

Nel DQ del 7 Ottobre 2019: IN EVIDENZA: 1) Normativa antiriciclaggio al restyling
2) Anche se sono scaduti i termini per impugnare gli avvisi di accertamento è possibile ricorrere contro il diniego di autotutela
3) Milioni di agevolazioni R&S: richiesta delle Imprese dall'8 e dal 10 ottobre 2019
4) Consultazione delle fatture elettroniche anche per i consumatori finali
5) La prestazione di servizi fornita ad una banca che gestisce distributori automatici non è esente Iva
6) E’ on line gratuitamente per i Commercialisti il corso di fiscalità internazionale
7) La strategia per il mercato unico digitale: dal marketplace alla privacy on line
8) Lotta all’evasione fiscale: selezione dei contribuenti da controllare
9) Bonus Sud: riesaminate le domande per assunzioni dal 1° maggio; Welfare: sospeso il bando #Conciliamo
10) Contribuzione aggiuntiva a favore dei lavoratori collocati in aspettativa sindacale o in distacco sindacale con diritto alla retribuzione a carico del datore di lavoro

 

Normativa antiriciclaggio al restyling

Apportate modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi relativi alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio (o finanziamento del terrorismo).

Il Consiglio dei Ministri, il 3 ottobre 2019, ha approvato, in via definitiva, un decreto legislativo che introduce modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 25 maggio 2017, n. 90 e n. 92, recanti attuazione della direttiva 2015/849/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 2015, nonché attuazione della direttiva 2018/843/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 2015/849/UE relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo e che modifica le direttive 2009/138/CE e 2013/36/UE.

Come viene riferito dallo stesso governo nel comunicato stampa n. 7 del 3 ottobre 2019, il testo mira, tra l’altro, a:

  • puntualizzare le categorie di soggetti tenuti all’osservanza degli obblighi antiriciclaggio, ricomprendendo, tra l’altro, le succursali “i