Manovra 2020 le novità fiscali in arrivo

Tante le ipotesi che il Governo ha approvato, “salvo intese”: compensazioni dei crediti fiscali, detrazioni IRPEF limitate, soglie utilizzo contanti

Stretta sulla compensazione dei crediti

[si veda situazione attuale: I nuovi limiti alle compensazioni a 5.000 euro e al visto di conformità ]

Dal 1° gennaio 2020 i contribuenti potranno utilizzare liberamente e prima della presentazione della relativa dichiarazione (Iva, dei redditi, ecc.) in compensazione orizzontale soltanto crediti di importo non superiore a 5 mila euro.

Per utilizzare crediti di importo superiore sarà necessario attendere il decimo giorno successivo a quello di presentazione del relativo modello dichiarativo munito di apposito visto di conformità.

Con tale estensione si finisce, dunque, per allineare la disciplina della compensazione orizzontale dei crediti derivanti dalle imposte sui redditi con le regole già in vigore per i crediti relativi all’Iva.

 

Detrazioni IRPEF legate al reddito

Si parla dell’introduzione del principio delle detrazioni legate al reddito: inizialmente si introdurrà un meccanismo di decalage che partirà dai 120 mila euro per azzerarsi a 240 mila euro. Chi supera tale soglia di reddito non potrebbe più scontare le detrazioni quali quelle per fatture mediche o quelle per le rette universitarie dei figli.

Detrazioni IRPEF solo se pagate con mezzi tracciabili

Tutte le detrazioni verrebbero riconosciute soltanto se il pagamento sarà effettuato con mezzi tracciabili come le carte di credito o i bancomat. Saranno inserite anche nuove categorie di servizi per i quali si potrà avere il beneficio fiscale (probabilmente al 10%). Si tratta delle situazioni a maggiore rischio di evasione, dall’idraulico al ristorante.

[si veda anche: Tassa sui Contanti per la lotta all’Evasione Fiscale: criticità e proposte alternative ]

 

Altre misure

Tra le altre misure in discussione si ipotizza:

  • deduzione dell’IMU pagata sui capannoni dalle imprese, ma dal 2022. [si veda situazione attuale: La deducibilità dell’IMU ai fini delle imposte sui redditi ]
  • cedolare secca sugli affitti a canone concordato: si prevede un aumento dell’aliquota di tassazione dall’attuale 10% al 12,5%.[vedi: cedolare secca ]
  • micro-rivalutazione delle pensioni: quelle tra i 1.500 e i 2.000 euro lordi avrebbero un recupero totale dell’inflazione, contro il 97% attuale.
  • le sigarette potrebbero aumentare di 20 centesimi al pacchetto, mentre non verrebbero colpiti i prodotti innovativi.
  • sarà introdotta una nuova tassa sulla plastica, venti centesimi di euro al chilogrammo.
  • per le famiglie si parla del fondo unico nel quale andrebbero a confluire tutti i benefici attualmente erogati dallo Stato, con l’obiettivo di arrivare il prossimo anno ad un assegno unico a ciascuna famiglia, per ogni figlio fino all’età di 18 anni (240 euro al mese, ma con tetti di reddito per accedere al beneficio).

 

Riduzione in due tempi della soglia del contante

Subito da 3.000 a 2.000 euro e poi a 1.000 euro dal 2022 [vedi situazione attuale: [Il limite di utilizzo del contante è 2.999,99 euro ]

 

Lotteria fiscale

Estrazioni a premi speciali per i pagamenti con moneta elettronica. [si veda anche: Lotteria degli scontrini e recupero dell’evasione]

Doppia sanzione per gli esercizi commerciali che non accetteranno modalità di pagamento diverse dal contante: 30 euro a cui si aggiunge il 4% del valore della transazione.

 

Quota 100

Quota 100 resta; nel 2020 quota 100 non cambierebbe e le tasse verrebbero tagliate solo ai lavoratori. Questo in base al primo accordo sulla manovra.

 

Fondi per Industria 4.0, iperammortamento confermato

La manovra stanzia risorse per il finanziamento degli incentivi Industria 4.0 per il rinnovo dei sistemi produttivi: tra questi il Fondo centrale per le piccole e medie imprese; il super e l’iper ammortamento (per beni tecnologici, software ed economia circolare); il rifinanziamento della legge Sabatini e il credito di imposta per la Formazione 4.0.

 

17 ottobre 2019

Vincenzo D’Andò

***

Queste informazioni sono tratte dal Diario Quotidiano pubblicato oggi su Commercialista Telematico

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it