Il recupero dell’eccedenza IVA è possibile anche senza dichiarazione – Diario Quotidiano del 19 Settembre 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 19 settembre 2019

1) Recuperabile l’eccedenza Iva anche se è stato omesso l’invio del modello annuale
2) Accertamento tributario alla Onlus esteso anche all’amministratore
3) Governo: priorità alla riduzione della pressione fiscale
4) Enti locali: al via piano rinegoziazione dei “mutui MEF” per ridurre gli oneri finanziari sulle rate
5) Anche alla Società Sportiva Dilettantistica (SSD) compete l’esenzione ICI (ora IMU) sull’immobile
6) Richiesta dell’esenzione dalla TARI per lavori di manutenzione: l’onere della prova dell’effettiva chiusura a carico dell’albergo

Recuperabile l’eccedenza Iva anche se è stato omesso l’invio del modello annuale

 

Ok al recupero dell’eccedenza Iva sul mancato invio del modello annuale. Il contribuente può portare in detrazione l’eccedenza dell’Iva anche in assenza della dichiarazione annuale fino al secondo anno successivo a quello in cui è sorto il diritto.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 22744 del 12 settembre 2019, incentrata sul caso dell’omessa presentazione dichiarazione, ove la detrazione dell’eccedenza d’imposta risultante dalla dichiarazione annuale dell’anno precedente risulta legittima.

Una società ha presentato il ricorso dinanzi alla Commissione tributaria provinciale di Ascoli Piceno contro la cartella di pagamento relativa alla dichiarazione Iva anno di imposta 2001; l'impugnazione era stata prop