Pena detentiva per il consulente con modello seriale di evasione fiscale - Diario quotidiano del 4 Settembre 2019

1) Anche per l’Unione nazionale giovani Commercialisti, gli ISA vanno disapplicati per il 2018
2) Industria in sofferenza: export a rischio
3) CNDCEC: ISA non ancora affidabili, sono ancora in fase sperimentale, vanno resi facoltativi
4) Pena detentiva per il consulente con modello seriale di evasione fiscale
5) E-commerce: aliquota IVA per integratori alimentari sostitutivi dei pasti
6) Lavori di manutenzione presso la sede dell’Istituto Universitario Europeo: soggetti all’Iva ordinaria
7) INPS: trattenute su pensione per il pagamento in favore di creditori, variazione IBAN
8) Notifica telematica di copia per immagine di atto analogico

Pena detentiva per il consulente con modello seriale di evasione fiscale

Si aggrava la pena per il consulente che adotta modelli comportamentali.

L’Agenzia delle entrate, all’interno del notiziario fiscale del 3 settembre 2019, si sofferma sulla recente decisione della Corte di Cassazione (sentenza n. 36212 del 19 agosto 2019), evidenziando come gli arresti domiciliari si trasformano in detenzione per il professionista ideatore di sistemi per sfuggire al pagamento delle imposte, ripetibili nel tempo e in concorso con imprenditori e prestanomi.

Scatta, dunque, l’aggravante (art. 13-bis, comma 3, del Dlgs n. 74/2000), che aumenta la pena della metà, per il commercialista che elabora un modello seriale di evasione fiscale e lo offre ai clienti. E ciò anche se il professionista non agisce soltanto come consulente, ma è direttamente interessato essendo coinvolto nelle società in favore delle quali viene elaborato lo schema di frode.

La norma, afferma l’Agenzia, richiede soltanto un concorso qualificato nel reato mentre non si può escludere l’aggravante solo perché il professionista agisce anche per un proprio interesse personale.
Inoltre, il requisito della serialità, necessario per il configurarsi dell’aggravante, si configura non soltanto in relazione al numero delle operazioni compiute ma anche alla potenziale replicabilità dello schema elusivo delineato.

Per alcune valutazioni sulla responsabilità del consulente fiscale leggi l’approfondimento di Isabella Buscema

SCARICA L’INTERO DIARIO DAL PDF —>

 

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it