ISA: le ultimissime novità dalla Circolare 20/E - Diario Quotidiano del 10 Settembre 2019

1) Verso l’addio alla flat tax
2) ISA 2019: anomalia sulla copertura delle spese per dipendente che “restituisce” sempre valore 1
3) Nuova circolare su ISA: non occorre acquisire nuovamente i dati precalcolati; per compensare i crediti nessuna preventiva presentazione del modello ISA
4) ISA: il punteggio compreso tra 6 e 7,99 esclude i controlli fiscali basati sull’analisi del rischio
5) Non si perde più il bonus fiscale sulla vendita della “prima casa” dietro accordo di separazione omologato dal giudice
6) Deduzione fiscale per le donazioni alla ricerca: in G.U. il nuovo elenco
7) Commercialisti: al via la sezione degli iscritti all’Albo esperti in gestione e controllo dei programmi cofinanziati con Fondi strutturali, si parte dalla Sicilia
8) Il Decreto contro la crisi d’impresa è in vigore
9) Contratto di espansione: criteri 2019-2020; rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio e malattia professionale
10) ISEE: chiarimenti per le DSU presentate da gennaio 2020

2) ISA 2019: anomalia sulla copertura delle spese per dipendente che restituisce sempre valore 1

Scatta spesso l’anomalia relativa alla copertura delle spese per dipendente che restituisce sempre valore 1 nel caso in cui il rapporto tra le spese per dipendente e il valore aggiunto per addetto assuma valori superiori all’unità. Tale indicatore non tiene conto di particolari situazioni economiche in cui possa trovarsi le imprese soprattutto di piccola dimensione. Proprio la ridotta dimensione della struttura aziendale impedisce all’imprenditore di ridurre il proprio personale dipendente preferendo sacrificare i propri margini di reddito.

Risposta fornita da SOSE

L’indicatore in argomento verifica che l’impresa generi un valore aggiunto per addetto coerente con le spese per dipendente. Se le spese per dipendente sono superiori al valore aggiunto per addetto, l’indicatore elementare di anomalia assume valore 1.
Il valore di soglia minima pari a 1 corrisponde, semplicemente, al concetto di plausibilità e coerenza economica minima di copertura delle spese per il fattore lavoro.

L’obiettivo dell’indicatore in argomento, è, quindi, di segnalare la coerenza economica della gestione aziendale ai fini dell’applicazione degli ISA.

Tuttavia, l’esistenza di particolari situazioni economiche, che in alcuni casi potrebbero essere anche sintomatici di situazioni di “marginalità economica”, potrebbero comportare effetti sul funzionamento dell’indicatore in argomento. In tali casi, tenuto conto che le imprese in difficoltà possono anche ridurre i propri margini di guadagno, si ricorda che è sempre possibile comunicare all’Amministrazione Finanziaria situazioni eccezionali verificatesi nello svolgimento dell’attività, segnalando le cause dell’anomalia nel campo annotazioni.

 

3) Nuova circolare su ISA: non occorre acquisire nuovamente i dati precalcolati; per compensare i crediti nessuna preventiva presentazione del modello ISA

Indici sintetici di affidabilità: l’Agenzia delle entrate ha pubblicato ieri la seconda circolare sugli ISA, attraverso domande e risposte.
Il nuovo documento di prassi, composto da 44 pagine in formato PDF, contiene i quesiti di associazioni e professionisti formulati durante gli incontri e i convegni svolti nei mesi di giugno e luglio.

Dopo la pubblicazione della circolare n. 17/E/2019, con cui sono stati forniti i primi chiarimenti in merito all’applicazione degli Isa, l’Agenzia delle entrate, con la circolare n. 20/E del 9 settembre 2019, fornisce altre risposte sugli indici fiscali di affidabilità.
I chiarimenti vengono, infatti, forniti utilizzando lo schema della circolare con “risposte a quesiti”. La citata circolare, in particolare, raccoglie le risposte alle domande delle associazioni di categoria e degli ordini professionali formulate in occasione di incontri e convegni in materia di Isa che si sono svolti nei mesi di giugno e luglio 2019.

I quesiti e le relative risposte riguardano 9 diverse aree tematiche riconducibili agli Indici sintetici di affidabilità. Si tratta, in particolare, dei seguenti argomenti:
– l’utilizzo degli Isa ai fini delle attività di analisi del rischio e selezione
– le cause di esclusione;
– le segnalazioni relative agli indicatori e al funzionamento del software “Il tuo ISA”;
– il funzionamento del coefficiente individuale;
– la compilazione dei modelli Isa 2019;
– i dati precompilati resi disponibili dall’Agenzia delle entrate necessari per l’applicazione degli Isa;
– i benefici premiali previsti dalla normativa Isa;
– la proroga dei versamenti disposta dall’articolo 12-quinquies, commi 3 e 4, del Dl 34/2019;
– gli effetti della indicazione di ulteriori componenti positivi per migliorare il profilo di affidabilità.

SEGUI LA NOSTRA VIDEOCONFERENZA CON LE ULTIME ISTRUZIONI PRATICHE SUGLI ISA IN PROGRAMMA GIOVEDI’ 12 SETTEMBRE

Per un primo approfondimento sullacircolare leggi: ISA: i redditi dei periodi…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it