Enti non commerciali: fattura separata e fattura elettronica - Diario Quotidiano del 12 Settembre 2019

1) Contenzioso tributario: la motivazione solo apparente rende nulla la sentenza sfavorevole al contribuente
2) Enti non profit: per acquisti promiscui, richiesta opzionale di fattura separata
3) Imprese committenti corresponsabili con il datore di lavoro sugli obblighi di sicurezza dei dipendenti
4) Gestione separata INPS: contributi dovuti per amministratori locali, nuovo rapporto
5) Rispetto della contrattazione collettiva e benefici normativi e contributivi
6) Assicurazione infortuni domestici: integrazione del premio annuale
7) IVA: pubblicato il rapporto sul VAT GAP negli Stati dell’Unione Europea
8) Recesso del Regno Unito dall’Unione europea del 1° novembre 2019 – Brexit
9) Accordo UE/Svizzera: pagamento dividendi dalla società italiana alla controllante Svizzera
10) Interessi derivanti da finanziamenti concessi da un istituto di credito svizzero a clienti residenti in Italia
11) Trattamento tributario dei redditi derivanti da attività finanziarie costituenti il fondo del trust

2) Enti non profit: tutto confermato anche con la Fattura Elettronica, per acquisti promiscui, richiesta opzionale di fattura separata

Anche dopo l’avvento della fattura elettronica gli enti non commerciali per gli acquisto possono chiedere fattura separata, in funzione delle due attività espletate: istituzionale/commerciale.
La conferma arriva dall’Agenzia delle entrate ed è contenuta nella nota faq n. 67 del 19 luglio scorso.

Dal Fisco è, quindi, arrivato l’ok alla fatturazione separata per gli enti con operazioni miste.
E’, pertanto, esperibile la fatturazione separata per gli enti non profit che svolgono operazioni miste (commerciali e non).

Il caso evidenziato all’Agenzia riguarda le fatture passive ricevute dai fornitori da parte di un ente che svolge sia attività istituzionali che attività commerciali, dotato quindi sia di codice fiscale che di partita Iva.

Fattura elettronica e Fattura seperata – FAQ n. 67

Domanda

Un ente non commerciale che eserciti oltre alla attività istituzionale anche una attività commerciale (bar, cinema, ecc.), per poter meglio gestire la propria contabilità separata, può invitare i propri fornitori “istituzionali” ad emettere fattura indicando il solo codice fiscale, facendosi quindi rilasciare copia cartacea della fattura come un “privato” e invitare i propri fornitori “commerciali” ad emettere fattura indicando codice fiscale e partita IVA fornendo loro l’indirizzo telematico (pec o codice destinatario), senza però inserirlo nell’area riservata, in modo da ricevere in formato elettronico solo le fatture “commerciali”?

Oppure in presenza sia di codice fiscale sia di partita IVA e quindi di coesistenza di attività commerciale e istituzionale, il contribuente è obbligato a ricevere tutte le fatture in formato elettronico, lasciando a lui l’onere di distinguere quelle commerciali da quelle istituzionali ai fini della liquidazione IVA? L’ente non commerciale ha l’obbligo di conservazione elettronica delle sole fatture “commerciali” per le quali ha fornito l’indirizzo telematico?

Risposta del Fisco

È possibile trattare le fatture – per fini esclusivamente istituzionali e per fini esclusivamente commerciali – separatamente (analogiche le prime, elettroniche le seconde). Se i fornitori sono soggetti obbligati alla FE, tutte le fatture (sia quelle con partita IVA che quelle con CF numerico dell’ente) saranno comunque consultabili sul portale “Fatture e Corrispettivi”.

Il suggerimento è quello di trattare tutte le fatture passive come fatture elettroniche, sottoscrivendo il servizio gratuito di conservazione offerto dall’Agenzia delle Entrate presente nel portale “Fatture e Corrispettivi”.

12 settembre 2019

Vincenzo D’andò

SCARICA L’INTERO DIARIO DAL PDF —>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it