Edicole: dal 1° settembre le richieste del bonus fiscale

L’agevolazione è destinata agli esercenti attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenzeTax credit edicole al via le richieste

E’ partito dal 1° settembre 2019 il periodo utile per la presentazione delle domande per la richiesta del credito d’imposta relativo all’anno d’imposta 2019, introdotto dall’ultima legge di Bilancio (articolo 1, commi da 806 a 809, legge n. 145/2018), a favore delle edicole.

Lo sottolinea l’Agenzia delle entrate nel notiziario on line del 30 agosto 2019.

(approfondimento: Credito d’Imposta Edicole 2019-20: Disposizioni del Decreto Attuativo)

L’agevolazione è destinata agli esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici ed è esteso anche agli esercizi che, pur non operando esclusivamente in tale settore, rappresentano l’unico punto vendita al dettaglio di quei prodotti nel comune di riferimento.

Le disposizione applicative sono state definite con il Dpcm 31 maggio 2019, emanato alla fine di luglio.

 

A quanto può ammontare il bonus per le edicole?

L’ammontare del bonus è pari a quanto speso dagli esercenti per i locali adibiti alla vendita dei giornali, riviste e periodici nell’anno precedente a quello della domanda di accesso al credito d’imposta, in riferimento a:

  • Imu,
  • Tasi,
  • Cosap,
  • Tari
  • al canone di locazione, al netto dell’Iva, nel caso in cui l’edicola rappresenti l’unico punto vendita esclusivo nel territorio comunale. 

Il beneficio è previsto per gli anni 2019 e 2020, nella misura massima di 2mila euro e nel rispetto del regolamento UE sugli aiuti di stato de minimis. 

Modalità

Per il riconoscimento del bonus gli interessati devono inviare apposita istanza, corredata da specifica documentazione, tra il 1° e il 30 settembre di ciascuno degli anni per cui si richiede il contributo, utilizzando la procedura informatica creata ad hoc e disponibile all’interno del portale www.impresainungiorno.gov.it.

L’elenco degli ammessi al beneficio con il relativo importo del credito assegnato sarà pubblicato sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria entro il 31 dicembre di ciascuno dei due anni cui si riferisce l’agevolazione.

L’importo, ricordiamo, può essere utilizzato soltanto in compensazione tramite il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei beneficiari.

I titolari delle edicole a cui viene riconosciuto il credito devono indicare le somme da portare in compensazione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui viene concesso il credito e in quelle relative ai periodi di imposta successivi fino a quello nel corso del quale si conclude l’utilizzo.

2 settembre 2019

Vincenzo D’Andò

Questa segnalazione è tratta dal DIARIO QUOTIDIANO, che puoi consultare==>

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it