L’omessa compilazione del quadro RW non è irregolarità formale - Diario Quotidiano dell'1 Agosto 2019

1) Patent Box: attuata disciplina con le modifiche
2) Decreti ingiuntivi emessi a favore del fideiussore con l’imposta proporzionale del 3%
3) L’omessa compilazione del quadro RW non può essere sanata come irregolarità formale
4) Fatture elettroniche: i nuovi codici di errore
5) Credito d’imposta: pubblicate sulla G.U. le norme applicative per i venditori al minuto di giornali
6) FIR: beneficiari e modalità di accesso
7) Stop all’accertamento induttivo se i ricavi dichiarati superano quelli derivanti dagli studi di settore
8) Commercialisti: delibera di apertura del procedimento disciplinare e sospensione cautelare
9) Aggiornato il software di compilazione Indici Sintetici di Affidabilità – ISA 2019 alla versione 1.0.5. del 31 luglio 2019
10) ISA 2019: un caso specifico risolto, file trasferito prima vuoto, ora pieno di dati caricati nel software Il Tuo ISA

3) L’omessa compilazione del quadro RW non può essere sanata come irregolarità formale

La violazione per l’omessa compilazione del quadro RW del modello UNICO (ora Redditi) non può essere regolarizzata con la procedura prevista dal legislatore come irregolarità formali (art. 9, Legge 136/2018)

Lo precisa l’Agenzia delle entrate, nella risposta n. 326 del 31 luglio 2019, ad un contribuente alle prese con la sanzione di cui all’articolo 5, comma 4, del decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, per aver omesso la compilazione del quadro RW del modello UNICO 2007, relativo al periodo d’imposta 2006.

Il medesimo contribuente ha poi impugnato detto atto, per il quale è, allo stato, pendente il relativo contenzioso.

E’ stato, quindi, chiesto di conoscere se la violazione commessa possa essere regolarizzata mediante la procedura di cui all’articolo 9 (Irregolarità formali) del decreto legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136.

Omesso Quadro RW – Parere delle Entrate

Dal quadro normativo e di prassi emerge come non sia prevista l’esclusione per il caso in esame.

Dunque, il contribuente non poteva definire l’omessa compilazione del quadro RW del modello UNICO 2007, relativo al periodo d’imposta 2006, accedendo all’istituto della definizione agevolata delle irregolarità formali.

Il quadro normativo e di prassi delineato dalle Entrate

L’articolo 9, comma 1, del decreto legge n. 119 del 2018 prevede la possibilità di definire “le irregolarità, le infrazioni e le inosservanze di obblighi o adempimenti, di natura formale, che non rilevano sulla determinazione della base imponibile ai fini delle imposte sui redditi, dell’IVA e dell’IRAP e sul pagamento dei tributi, commesse fino al 24 ottobre 2018, […] mediante il versamento di una somma pari ad euro 200 per ciascun periodo d’imposta cui si riferiscono le violazioni”.

Il medesimo articolo esclude, al successivo comma 5, che la suddetta procedura possa essere esperita “per l’emersione di attività finanziarie e patrimoniali costituite o detenute fuori dal territorio dello Stato”.

In relazione a detta esclusione si è specificato:
– con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate prot. n. 62274/2019 del 15 marzo 2019, che la stessa rileva “con riferimento alle violazioni degli obblighi di monitoraggio fiscale di cui all’articolo 4, comma 1, del decreto-legge n. 167 del 1990” (paragrafo 1.4);
– con la circolare n. 11/E del 15 maggio 2019, che “non rientrano nella definizione le violazioni concernenti gli obblighi di monitoraggio fiscale (compilazione del quadro RW)” (paragrafo “3. Esclusioni”).

Il ravvedimento operoso del Quadro RW: un caso pratico con esempi (il parere di Ennio Vial)

Guarda la videoconferenza di Ennio Vial sul Quadro RW (Modello Redditi 2019)

Partecipa alla nostra Giornata di Studio sulla Fiscalità Internazionale – Milano 4 Ottobre 2019 

1 agosto 2019

Vincenzo D’Andò

 

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it