Adempimenti del Liquidatore in caso di SRL con sole passività

di Massimo Pipino

Pubblicato il 20 agosto 2019



Un recente indirizzo di prassi si pone in controtendenza rispetto all'orientamento classico in materia di adempimenti e responsabilità del liquidatore di una SRL che presenta sole poste passive. Vediamo quindi la normativa civilistica e penale di riferimento ed il documento rilasciato dal Registro delle Imprese di Milano.

 

Liquidatore società a responsabilità limitataRelativamente agli adempimenti del liquidatore nel caso in cui l’impresa in liquidazione (costituita come srl) presenti esclusivamente poste passive occorre in primo luogo ricordare che in giurisprudenza, secondo l’indirizzo interpretativo prevalente, l’organo deputato alla liquidazione della società, dopo avere accertato lo stato di insolvenza, sarebbe obbligato, senza frapporre indugi, a richiedere la dichiarazione del fallimento, evitando così di aggravare ulteriormente lo stato di dissesto societario.

È tuttavia doveroso provvedere a segnalare un recente indirizzo di prassi, che si muove in totale controtendenza rispetto al citato orientamento dei Giudici, reso noto da parte del Conservatore del Registro delle Imprese di Milano, secondo il quale, nel caso in cui un bilancio finale si trovi a rappresentare solo poste passive, le operazioni di liquidazione possono ritenersi concluse ed il liquidatore può depositare legittimamente il bilancio finale di liquidazione.

 

I profili civilisti dello stato di insolvenza nella SRL

 

Nel sistema normativo attualmente vigente in Italia relativamente alle procedure fallimentari sono soggetti alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo i soggetti che esercitano una attività commerciale, con l’esclusione degli enti pubblici, che vìolino i parametri indicati dall’art. 1 della Legge fallimentare.

La stessa regola deve essere applicata anche nel caso in cui la società in stato fallimentare