Ultima chiamata per rottamazione ter e saldo e stralcio - Diario quotidiano del 30 luglio 2019

1) Agenzie di viaggi e tour operator: certificazione dei corrispettivi e buoni
2) Tax credit cinema 2018/2019: l’elenco dei candidati aggiunti
3) ISA 2019 a ridosso delle ferie estive: è sempre più caos
4) False compensazioni: committente responsabile in solido per il recupero del credito
5) Class action: zzione inibitoria collettiva nel Codice di Procedura Civile
6) Cessione dei crediti trimestrali: è arrivata la circolare di Assonime
7) Nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” pronti i servizi per l’invio telematico dei corrispettivi da parte degli operatori senza registratore
8) Ultima chance per Rottamazione-ter e Saldo e stralcio delle cartelle?
9) Da oggi disponibile la nuova versione del portale Infostat-Uif
10) Antiriciclaggio: schema di decreto legislativo recante modifiche alla disciplina

8) Ultima chiamata per Rottamazione-ter e Saldo e stralcio delle cartelle?

Rottamazione-ter e saldo e stralcio: l’Agenzia delle entrate nel notiziario on line del 29 luglio 2019 ricorda per mercoledì 31 luglio la doppia scadenza.
Sarà veramente così? Già si parla di riproposizione di nuova regolarizzazione.

Comunque, la nota rammenta che l’appuntamento riguarda sia le nuove domande, sia il pagamento della prima o unica rata da parte dei contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata entro il 30 aprile 2019.

 

Rottamazione-ter e Saldo e stralcio delle cartelle: scadenza del 31 luglio

Il 31 luglio 2019, infatti, scade il termine presentare la domanda di adesione alla definizione agevolata che consente di pagare le somme dovute, senza interessi e sanzioni. Come previsto dal decreto crescita (Dl 34/2019), la riapertura dei termini fino alla fine di questo mese riguarda tutti i debiti che non sono già stati ricompresi nelle istanze trasmesse entro il 30 aprile 2019.
Le domande possono essere inviate online sul sito dell’Agenzia entrate-Riscossione oppure utilizzando gli appositi moduli da inoltrare via Pec o da consegnare agli sportelli.

Sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it sono disponibili tutte le informazioni utili e i servizi online che consentono di presentare la domanda di adesione senza necessità di andare allo sportello.

Il 31 luglio è anche la scadenza della prima o unica rata per tutti coloro che hanno aderito alla “rottamazione-ter” entro il 30 aprile 2019, per i quali Agenzia delle entrate-Riscossione ha inviato la comunicazione con gli importi da pagare secondo la soluzione rateale prescelta.

 

Come aderire: domande via web o pec

Vediamo nel dettaglio come presentare la domanda per la “rottamazione ter” o per il “saldo e stralcio”. È sufficiente compilare il modulo direttamente online sul portale di Agenzia delle entrate-Riscossione con il servizio “Fai D.A. te”, disponibile sia in area pubblica, senza la necessità di pin e password ma allegando il proprio documento di riconoscimento, sia nell’area riservata del sito utilizzando Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall’Inps.

In alternativa è possibile compilare gli appositi modelli (DA-2018-R per la “rottamazione-ter” e SA-ST-R per il “saldo e stralcio”), disponibili online e in tutti gli sportelli dell’Agente della riscossione, e inviarli, insieme alla documentazione richiesta, tramite posta elettronica certificata (Pec) agli indirizzi indicati sui moduli.

I contribuenti possono anche delegare un professionista di fiducia a trasmettere online la domanda di adesione con il servizio Equipro presente sul sito internet dell’Agenzia.

Sempre sul portale dell’Ente di Riscossione è possibile richiedere, entro le ore 9 di martedì 30 luglio, il prospetto informativo con l’elenco delle cartelle “rottamabili”. Infine, la domanda di adesione può essere consegnata direttamente agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione sul territorio dove, però, in vista della scadenza di mercoledì prossimo potrebbe registrarsi un consistente afflusso di persone, considerata anche la coincidenza con l’altra scadenza per il pagamento della prima rata della “rottamazione-ter”, riservata ai contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata entro lo scorso 30 aprile 2019.

 

Doppia scadenza per la Rottamazione-ter

Con il decreto Crescita sono stati riaperti i termini di adesione alla cosiddetta rottamazione-ter, prevista dal Dl n. 119/2018 che ha concesso la possibilità di definire in via agevolata (senza pagare sanzioni e interessi di mora) i debiti relativi a somme affidate dagli Enti creditori all’Agenzia delle entrate-Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

Non possono essere oggetto di una nuova richiesta i debiti che sono stati già inseriti in una dichiarazione di adesione presentata entro il 30 aprile 2019, per i quali…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it