Modalità di invio dei corrispettivi telematici in caso di irreperibilità del registratore di cassa - Diario Quotidiano del 8 luglio 2019

1) Invio telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri: al via l’impegno del contribuente all’Intermediario del Fisco in caso di irreperibilità del registratore di cassa

2) Tre possibilità per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri

3) Appalto pubblico: per lo smaltimento rifiuti solidi urbani costo del personale distaccato da fatturare con Iva al 10%

4) Trasporto di passeggeri effettuato con imbarcazione e prestazioni aggiuntive: trattamento ai fini IVA

5) Entrate tributarie in aumento: nei primi cinque mesi dell’anno anche quelle dai giochi ammontano a 6.544 milioni di euro (+6,3%)

6) INAIL: riduzione dei premi e contributi

7) Ok al rimborso Irpef con la dichiarazione integrativa, anche se presentata in ritardo

8) Medico convenzionato senza Irap anche con redditi di una certa entità

9) Regime forfettario: in arrivo i controlli sui “furbetti”

10) Assegno dai 100 ai 300 euro per i figli fino a 26 anni

Diario quotidiano di CommercialistaTelematico1) Invio telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri in caso di irreperibilità del registratore di cassa: al via l’impegno del contribuente all’Intermediario del Fisco

Al fine di consentire ai contribuenti, che non possiedono un Registratore Telematico (individuato dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 ottobre 2016 quale strumento tecnologico di cui all’articolo 2, comma 3, del DLgs n. 127 del 2015), di assolvere all’obbligo di trasmissione dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri entro i più ampi termini previsti dalla norma, adesso l’Agenzia delle entrate, con il provvedimento n. 236086 del 4 luglio 2019, ha definito ulteriori modalità per la trasmissione dei dati, utilizzabili nel periodo transitorio (individuato dal citato articolo 2, comma 6-ter, del decreto legislativo n. 127 del 2015).

La trasmissione telematica può essere effettuata anche avvalendosi di un intermediario (di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni).

L’Intermediario rilascia al contribuente l’impegno a trasmettere

In tal caso, gli intermediari incaricati della trasmissione rilasciano al contribuente l’impegno a trasmettere in via telematica all’Agenzia delle entrate i dati relativi ai corrispettivi giornalieri, nonché copia della comunicazione trasmessa e della relativa ricevuta, che ne attesta il ricevimento da parte dell’Agenzia delle entrate e costituisce prova dell’avvenuta presentazione.

****

Segui il video di Luca Salvetti sulla trasmissione telematica dei corrispettivi:

Trasmissione telematica dei corrispettivi

****

2) Tre possibilità per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri

Trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri: pronte le regole per l’invio nei nuovi termini del Decreto crescita.

Ecco le indicazioni per l’invio telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri nel periodo transitorio previsto dal Decreto crescita (Dl n. 34/2019, convertito dalla Legge n. 58/2019). Un provvedimento del 4 luglio 2019, infatti, definisce le modalità di trasmissione per gli operatori che non hanno ancora la disponibilità di un registratore telematico e approva le specifiche tecniche per l’invio dei dati.

 

Le modalità di trasmissione dei corrispettivi

In base al neo provvedimento, l’Agenzia metterà a disposizione tre servizi per l’invio telematico dei corrispettivi da parte degli operatori che, nei primi sei mesi dall’introduzione dell’obbligo, non abbiano la disponibilità di un registratore telematico.

-> Un primo servizio web, all’interno dell’area riservata del portale Fatture e Corrispettivi, consentirà l’upload di un file con i dati dei corrispettivi complessivi di una singola giornata, distinti per aliquota Iva o senza distinzione tra imponibile e imposta (regime di ventilazione), oppure di un file compresso con i file dei dati dei corrispettivi delle singole giornate.

-> Un secondo servizio, disponibile sempre online all’interno del portale Fatture e corrispettivi, consentirà in alternativa la compilazione dei dati dei corrispettivi complessivi giornalieri, sempre distinti per aliquota Iva o con l’indicazione del regime di ventilazione.

-> Infine una terza soluzione consentirà l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri tramite protocollo https o sftp.

 

L’invio tramite intermediario

I dati dei corrispettivi giornalieri possono essere inviati, con i diversi servizi disponibili, direttamente dal contribuente o da un intermediario abilitato. In quest’ultimo caso, gli intermediari incaricati della trasmissione telematica rilasciano al contribuente copia della comunicazione trasmessa e della ricevuta, che ne attesta il ricevimento da parte dell’Agenzia delle Entrate e costituisce prova dell’avvenuta presentazione.
(Fonte

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it