Fatturazione elettronica: autofatture e depositi IVA – Diario quotidiano del 18 luglio 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 18 luglio 2019



1) Flat tax dal 2020 fino a 100 mila euro ancora in attesa di approvazione UE
2) Bozza del principio contabile “Passaggio ai principi contabili nazionali”: commenti da inviare entro 15 ottobre 2019
3) Tax credit librerie: presentazione delle istanze fino alle ore 12:00 del 30 settembre 2019
4) Indici Sintetici Affidabilità fiscale: vanno resi facoltativi almeno per il 2019, i Commercialisti illustrano i gravi disagi
5) Start-up: pagano il bollo sulla vidimazione e bollatura dei libri sociali
6) CFC: chiarimenti sul regime fiscale delle imprese estere controllate
7) Fondazioni commerciali: trattamento fiscale dei soci
8) Non soggetti ad Iva gli acquisti su operazioni intergovernative
9) Donazione contestuale e congiunta di quote societarie: esenzione dall’imposta se il controllo è totale
10) Fruizione dell’Art-bonus per erogazioni liberali
11) Rideterminazione del costo o valore di acquisto di terreni
12) Aliquota IVA al 10% sui contratti di appalto stipulati per la costruzione di fabbricati Tupini
13) Pratiche catastali regime di esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo
14) Fatturazione elettronica: autofatture per estrazione dei beni dai depositi IVA
15) INPS: procedura per il bonus sud 2019
16) Sgravio contributivo a favore delle imprese che hanno stipulato contratti di solidarietà

Il focus di oggi su:

Fatturazione elettronica: chiarimenti in merito alle autofatture, estrazione dei beni dai depositi IVA

In linea di massima, i depositi IVA e l’estrazione dei beni dagli stessi, non si sottraggono alle regole generali in materia di fatturazione elettronica e pertanto permane l’obbligo di emissione in tale modalità con esclusione di obbligatorietà per i rapporti con soggetti non residenti o stabiliti in Italia i q