Processo tributario telematico: notifica via PEC – Diario quotidiano del 27 giugno 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 27 giugno 2019

1) Dal prossimo 1 luglio 2019 processo tributario solo telematico: notifica via PEC
2) Chiarimenti in materia di residenza fiscale tra Danimarca e Italia
3) Regime speciale per lavoratori impatriati: iscrizione all’AIRE
4) Detassazione dei premi di risultato: periodo congruo e definizione degli obiettivi incrementali
5) Restituzione somme al soggetto erogatore
6) Regime agevolativo docenti/ricercatori impatriati: chiarimenti
7) Mancata presentazione della dichiarazione Iva per il 2018: ravvedimento entro 90 giorni
8) Società: all’Agenzia delle entrate non interessa se nella e-fattura mancano i dati del REA
9) Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi: calcolo del volume d’affari
10) No al taglio drastico dell’imposizione fiscale in Italia

1) Dal prossimo 1 luglio 2019 processo tributario solo telematico: notifica via PEC

2) Chiarimenti in materia di residenza fiscale tra Danimarca e Italia

3) Regime speciale per lavoratori impatriati: iscrizione all’AIRE

4) Detassazione dei premi di risultato: periodo congruo e definizione degli obiettivi incrementali

5) Restituzione somme al soggetto erogatore

6) Regime agevolativo docenti/ricercatori impatriati: chiarimenti

7) Mancata presentazione della dichiarazione Iva per il 2018: ravvedimento entro 90 giorni

8) Società: all’Agenzia delle entrate non interessa se nella e-fattura mancano i dati del REA, non occorre nota di variazione IVA

9) Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi: calcolo del volume d’affari

10) No al taglio drastico dell’imposizione fiscale in Italia

*****

1) Dal prossimo 1 luglio 2019 processo tributario solo telematico: notifica via PEC

Dal 1° luglio 2019 (con le modifiche arrecate all’art. 16 bis del D.Lgs. n. 546/92, dal D.L. n. 119/2018, convertito nella Legge n. 136/2018) la notifica a pezzo PEC ora diventa obbligatoria.

Il ricorso, che deve essere proposto, a pena di inammissibilità, entro 60 giorni dalla data di notifica dell’atto, nel caso di rifiuto tacito della restitu