Nuovi ISA e benefici premiali - Diario quotidiano del 12 giugno 2019

Diario quotidiano di CommercialistaTelematico

1) Indici sintetici di affidabilità fiscale o ISA: come si accede ai benefici premiali

2) Sgravi contributivi per le imprese che assumono i percettori di Reddito di Cittadinanza

3) Vale il termine lungo per la prescrizione del credito IVA

4) Contenzioso tributario: l’Agenzia delle Entrate/Riscossione si difende come vuole

5) Software ISA 2019, Redditi SC 2019, Redditi SP 2019, Redditi ENC 2019

6) Come calcolare #IltuoISA

7) Software “il tuo ISA 2019”: appena uscito già aggiornato

8) Entrate: disponibile il software di compilazione modello 770/2019

9) Semplificazione del sistema fiscale: audizione del direttore sulle attività dell’Agenzia Entrate

10) Prassi Entrate e INPS

***

1) Indici sintetici di affidabilità fiscale o ISA: come si accede ai benefici premiali

Videconferenza 12 giugno 2019 I nuovi ISA, cosa cambia rispetto agli studi di settoreIn relazione all’accesso ai benefici premiali, il provvedimento direttoriale del 10 maggio scorso ha definito i benefici previsti, in base al punteggio raggiunto dal contribuente:
– In caso di punteggio pari almeno a 9 viene prevista l’esclusione dall’applicazione della disciplina delle società non operative.
– In caso di livello di affidabilità almeno pari a 8,5 è prevista l’esclusione dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici.

Esclusione accertamenti analitico-presuntivi

Il beneficio concernente l’esclusione degli accertamenti basati sulle presunzioni semplici è legato all’attribuzione del punteggio almeno pari a 8,5 a seguito dell’applicazione degli Isa per il periodo d’imposta 2018, anche per effetto dell’indicazione di ulteriori componenti positivi.
Innalzamento soglie accertamento sintetico del reddito
Relativamente al beneficio riguardante l’esclusione della determinazione sintetica del reddito complessivo, per il periodo d’imposta 2018, è condizionata alla circostanza che il reddito complessivo accertabile non ecceda di 2/3 il reddito dichiarato e all’attribuzione del punteggio almeno pari a 9, anche per effetto dell’indicazione di ulteriori componenti positivi.

I benefici con il voto pari a 8

Per i contribuenti con livello di affidabilità almeno pari a 8 è previsto:
– l’esonero dall’apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti (non superiore 50.000 euro annui per l’Iva, maturati nel 2019, e a 20.000 euro per imposte dirette e IRAP, maturati nel 2018);
– l’esonero dal visto di conformità sulla compensazione del credito IVA infrannuale (non superiore a 50.000 euro/anno per i primi tre trimestri del 2020);
– l’esonero dall’apposizione del visto di conformità (o della prestazione della garanzia) sulla richiesta di rimborso del credito IVA annuale 2019 (o del credito IVA infrannuale maturato nei primi 3 trimestri del periodo di imposta 2020, per un importo fino a 50.000 euro all’anno);
– l’anticipazione di un anno dei termini di decadenza per l’attività di accertamento ex artt. 43, c. 1, D.P.R. 600/73 e 57, c. 1, D.P.R. 633/72.

Controlli prioritari

Il livello minimo di affidabilità deve risultare essere maggiore di 6. Un punteggio minore o uguale a 6 costituisce uno strumento, “prioritario”, per individuare le posizioni a rischio da controllare.

LEGGI QUI TUTTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI SUI NUOVI ISA

SCARICA L’INTERO DIARIO DAL PDF —>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it