Decreto Crescita: novità per i corrispettivi telematici – Diario quotidiano del 26 giugno 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 26 giugno 2019

1) Corrispettivi telematici on line dal 1° luglio 2019
2) Decreto crescita: novità per la trasmissione dei corrispettivi telematici
3) E’ sempre inerente, e deducibile dal reddito, il costo subito dal contribuente anche se in via indiretta
4) Le dichiarazioni dei privati rilevano nel processo tributario anche se favorevoli al contribuente
5) Regime dell’imposta unica sulle scommesse
6) Detrazioni per le spese di riqualificazione energetica
7) Esenzioni dall’imposta del verbale di accordo di conciliazione che non supera € 50.000
8) Circolare di Assonime: memorizzazione elettronica ed invio telematico dei dati dei corrispettivi
9) Studio del Notariato sul Decreto Crescita: incentivi per la valorizzazione edilizia
10) Dichiarazione IVA: provvedimento delle Entrate di “compliance” per i casi di omissione

1) Corrispettivi telematici on line dal 1° luglio 2019

2) Decreto crescita: novità per la trasmissione dei corrispettivi telematici

3) E’ sempre inerente, e deducibile dal reddito, il costo subito dal contribuente anche se in via indiretta

4) Le dichiarazioni dei privati rilevano nel processo tributario anche se favorevoli al contribuente

5) Regime dell’imposta unica sulle scommesse

6) Detrazioni per le spese di riqualificazione energetica

7) Esenzioni dall’imposta del verbale di accordo di conciliazione che non supera € 50.000

8) Circolare di Assonime: memorizzazione elettronica ed invio telematico dei dati dei corrispettivi

9) Studio del Notariato sul Decreto Crescita: incentivi per la valorizzazione edilizia

10) Dichiarazione IVA: provvedimento delle Entrate di “compliance” per i casi di omissione

***

2) Decreto crescita: novità per la trasmissione telematica dei corrispettivi telematici

--> Nel primo semestre di vigenza dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, decorrente dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume di affari superiore a euro 400.000 e dal 1° gennaio 2020 per gli altri soggetti, non si applicano le sanzioni previste dalla legge (articolo 2, comma 6), ove la trasmissione telematica sia effettuata entro il mese succe