Tante novità interpretative in tema di antiriclaggio - Diario quotidiano del 24 maggio 2019

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze1) Mercato immobiliare residenziale ancora in crescita

2) Sisma: ripresa dei versamenti per contributi sospesi

3) INPS: simulatore reddito e pensione di cittadinanza

4) Market abuse: richiesta di parere tecnico

5) Antiriciclaggio: pronte le Linee guida per l’autovalutazione dei rischi obbligatoria dal 1.1.2020, il Cndcec offre dei corsi di formazione a distanza per tutti

6) Antiriciclaggio: criterio per l’individuazione della titolarità effettiva nelle società di persone

7) Non profit, terzo settore & antiriciclaggio: i sindaci delle imprese sociali assolvono gli obblighi di adeguata verifica individualmente

8) Antiriciclaggio: esecuzione dell’obbligo di adeguata verifica mediante ricorso a terzi

9) Antiriciclaggio: obbligo di astensione

10) Antiriciclaggio: fac simile della dichiarazione rilasciata dal cliente

******

6) Antiriciclaggio: criterio per l’individuazione della titolarità effettiva nelle società di persone

Antiriciclaggio: nel caso di società di persone, mancando l’apposito criterio per la individuazione della titolarità effettiva, nelle linee guida del Cndcec, pubblicate il 23 maggio 2019, consigliato di applicare il criterio individuato in caso di società di capitali.

In particolare, i beneficiari di dette società possono essere individuati nei conferenti il capitale che, in relazione alla gestione della stessa, possono vedere incrementato (o decrementato) il valore della quota, nonché gli stessi conferenti quali destinatari della suddivisione degli utili (che, si ricorda, può avvenire anche in modo non proporzionale rispetto alla quota sottoscritta).
In relazione a ciò, secondo il Cndcec possono essere titolari effettivi di queste società anche i soci che beneficiano della gestione della stessa in termini di incremento della quota o di partecipazione agli utili quando dette quote o le relative partecipazioni agli utili superino il 25%, indipendentemente dalla circostanza che gli stessi siano, nelle Sas, accomandanti o accomandatari.
Laddove non si realizzino le situazioni di cui sopra, i titolari effettivi sono, infine, individuati nei soggetti che amministrano la società in modalità disgiuntive, congiuntive o miste.

In sintesi, i titolari effettivi nelle società di persone possono essere individuati nei soggetti che alternativamente:
– hanno conferito nel capitale importi superiori al 25% del capitale sottoscritto (ex artt. 2253, 2295, 2315 c.c.) oppure nei casi di ripartizione di utili in modalità non proporzionali ai conferimenti, indipendentemente dalla quota conferita, hanno diritto ad una parte degli utili o alle perdite in misura superiore al 25% (ex art. 2263, 2295, 2315 c.c.).
– hanno l’amministrazione, disgiuntiva, congiuntiva o mista nonché la rappresentanza legale della società, laddove non vi siano soggetti che abbiano effettuato conferimenti o abbiano diritto alla ripartizione degli utili superiori alle citate soglie.

SCARICA L’INTERO DIARIO NEL PDF —>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it