Corrispettivi telematici giornalieri: casi di esonero - Diario quotidiano del 20 maggio 2019

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenzeLe notizie di oggi:
1) Operazioni esonerate dall’obbligo dell’invio telematico dei dati dei corrispettivi telematici giornalieri
2) Disponibile anche il decreto sui limiti di importo per le fatture semplificate
3) Decreto crescita: bonus aggregazioni più ricco, in arrivo nuovi emendamenti
4) TFR di aprile fissato a 0,86
5) Leasing: spetta all’utilizzatore dell’auto pagare il bollo auto
6) Professionisti: più garanzie nei controlli antiriciclaggio
7) Nuova disciplina dell’azione di classe: le slides di Assonime
8) Pubblicata la direttiva UE 2019/633, sulle pratiche commerciali sleali nella filiera agricola e alimentare
9) Al regime della cedolare secca accedono anche gli affitti con società
10) Costituzione online delle startup innovative: online il nuovo report

***

1) Operazioni esonerate dall’obbligo dell’invio telematico dei dati dei corrispettivi telematico giornalieri

Tra le operazioni esonerate dall’invio telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri vi rientrano le operazioni non soggette all’obbligo di certificazione dei corrispettivi (art. 2, DPR 696/1996).
Questo in fase di prima applicazione dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri.
E’ quanto viene previsto nel decreto del Mef pubblicato sul sito internet istituzionale il 16 maggio 2019.

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, ha, infatti, firmato il decreto ministeriale che indica gli esoneri all’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati degli incassi giornalieri (cd. scontrino elettronico) per i soggetti che effettuano attività di commercio al minuto e assimilate, previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

L’obbligo di emettere lo scontrino elettronico dal 1 luglio 2019 riguarda solo i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro.
Dal 1° gennaio 2020 l’obbligo sarà esteso a tutti i commercianti al minuto e soggetti assimilati e, dalla stessa data, partirà anche la lotteria dei corrispettivi.

Il decreto esonera dall’obbligo di emissione dello scontrino elettronico tutti i soggetti che, in base alla legislazione vigente, sono fuori dal perimetro di certificazione dei corrispettivi, confermando quindi gli esoneri dalla certificazione fiscale attualmente esistenti. Tra questi, tabaccai, giornalai, venditori di prodotti agricoli e chi presta servizi di telecomunicazione, radiodiffusione e di trasporto pubblico di persone e veicoli. Inoltre, sono esonerati, fino al 31 dicembre 2019, i soggetti che effettuano operazioni marginali, cioè quelle che non superano l’1% del volume d’affari complessivo realizzato nel 2018, e le cessioni e prestazioni effettuate su mezzi di trasporto in viaggi internazionali (ad esempio le navi da crociera); questi soggetti continueranno a certificare queste operazioni marginali in modalità cartacea.

In ogni caso, chi effettua le operazioni esonerate può comunque decidere di procedere alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei corrispettivi.

Cessioni di benzina e gasolio e di beni tramite distributori automatici

L’articolo 2 del decreto stabilisce che restano ferme le disposizioni del Dlgs 127/2015 relative alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi delle cessioni:
– di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori (articolo 2, comma 1-bis);
– di beni o prestazioni di servizi effettuate tramite distributori automatici (articolo 2, comma 2).

Peraltro, fino al 31 dicembre 2019 gli esercenti impianti di distribuzione di carburante sono esonerati per le operazioni, diverse dalle cessioni di benzina o gasolio, i cui compensi o ricavi non superino l’1% del volume di affari 2018. Per queste operazioni, quindi, bisogna continuare a emettere ricevuta o scontrino fiscale.
Anche gli esercenti di impianti di distribuzione di carburante possono…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it