Ulteriori cause di esclusione dal regime forfettario - Diario quotidiano del 23 maggio 2019

1) Ancora chiarimenti sulle cause ostative all’applicazione del regime forfettario

2) Legge europea 2018: novità in materia di IVA e Dogane

3) Software modello Redditi PF 2019 in ritardo, nota Entrate: possibile rinvio dei versamenti

4) Modello Redditi ENC 2019: per gli enti non commerciali perdite utilizzabili in misura limitata dell’80%

5) Per imprese in concordato preventivo visure camerali ad hoc

6) Bonus cinema compensabile oltre ogni limite

7) Rottamazione-bis: con rate saldate entro il 7 dicembre 2018 si accede alla chiusura delle liti fiscali

8) Regime speciale IVA editoria: ok alla variazione dell’imposta per mancato pagamento a causa di procedure concorsuali

9) Rapporto 2019 della Fondazione di categoria: calano gli iscritti all’Albo dei commercialisti

10) Legge di bilancio 2019: l’Inps spiega come inquadrare le aziende agricole per la vendita al dettaglio dei prodotti

11) Codici contratto Uniemens: precisazione Inps sulle modifiche dal periodo di paga giugno 2019

12) Direttiva UE sul diritto d’autore nel mercato unico digitale in G.U.

*****

1) Ancora chiarimenti sulle cause ostative all’applicazione del regime forfettario

Regime forfettario per lavoratori autonomiLa legge n. 190 del 2014, all’articolo 1, commi da 54 a 89, ha introdotto un regime fiscale agevolato, c.d. regime forfettario, rivolto ai contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni in possesso di determinati requisiti.

La legge di bilancio 2019 ha modificato, con portata estensiva, l’ambito di applicazione del regime forfetario. Tra le altre modifiche apportate, si rileva la riformulazione di alcune delle cause ostative all’applicazione del regime forfetario e, per quanto concerne il quesito posto dall’istante, di quella di cui alla lettera d) del comma 57 dell’articolo 1 della legge n. 190 del 2014.

In particolare, per quel che qui rileva, la lettera d) del comma 57 prevede che non possono applicare il regime forfettario gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

In argomento, la circolare n. 9/E del 2019, cui si rinvia per completezza, ha chiarito che affinché operi tale causa ostativa è necessaria la compresenza:
1) del controllo diretto o indiretto di società a responsabilità limitata e
2) dell’esercizio da parte della stessa di attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

In assenza di una delle predette condizioni, la causa ostativa non opera e il contribuente può applicare o permanere nel regime forfetario.

Riguardo alla decorrenza della causa ostativa, la medesima circolare precisa che ai fini della verifica delle stessa assume rilevanza l’anno di applicazione del regime e non l’anno precedente, dal momento che solo nell’anno di applicazione del regime può essere verificata la riconducibilità diretta o indiretta delle attività economiche svolte dalla s.r.l. a quelle esercitate dal contribuente in regime forfetario.

Con riferimento alla fattispecie rappresentata nell’istanza, dunque, il contribuente può aderire per il 2019 al regime forfettario in quanto la presenza della causa ostativa va valutata in detto anno e – ove ne sia accertata l’esistenza – comporterà la decadenza dal regime nel 2020.

Con riferimento al caso di specie, si rileva il ricorrere della prima condizione, costituita dal controllo diretto di cui all’articolo 2359, primo comma, n. 2, del codice civile. In particolare, si precisa che, come chiarito nella citata circolare n. 9/E del 2019, risulta integrato il numero 2) del primo comma del citato articolo 2359 del codice civile nel caso di partecipazione da parte di un contribuente che applichi il regime…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it