Deleghe per le fatture elettroniche: stop alle comunicazioni via PEC -Diario Quotidiano del 19 aprile 2019

Le notizie di oggi:

1) Deleghe per le fatture elettroniche: stop alle comunicazioni via PEC
2) Proroga Incentivo Occupazione NEET
3) Reminder: Consultazione sul Discussion Paper Ricavi
4) Ipoteca a garanzia del finanziamento iscritta sull’immobile oggetto di aggiudicazione
5) Sconsigliato non presentare la dichiarazione al fisco, ecco le conseguenze
6) Out l’Agenzia Entrate/Riscossione se si avvale della difesa di avvocati del Libero Foro
7) Cedibilità del credito di imposta corrispondente alla detrazione c.d. sisma+ecobonus
8) Imbarco di provviste e dotazioni di bordo con presentazione di memorandum
9) Inail: Stp dei commercialisti profilate telematicamente

***

1) Deleghe per le fatture elettroniche: stop alle comunicazioni via PEC

fatturazione elettronica o e-fatturaCon provvedimento direttoriale 17 aprile 2019, l’Agenzia delle entrate dispone la soppressione della procedura di trasmissione inizialmente prevista in via transitoria. Questo a seguito del superamento della fase di rodaggio del nuovo sistema.
Dal 31 maggio 2019 è abolita la modalità di invio delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica stabilita per i soggetti che possono autenticare la sottoscrizione della delega e che prevede l’invio, tramite pec, di un file contenente gli elementi essenziali delle deleghe conferite, nonché la copia di quelle cartacee.

In vista dell’entrata in vigore dell’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica (1° gennaio 2019), con il provvedimento 5 novembre 2018 (successivamente modificato dal provvedimento 21 dicembre 2018) l’Agenzia delle entrate ha definito le nuove modalità per il conferimento/revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi relativi all’e-fattura.
In considerazione dell’elevato numero di contribuenti, nonché degli ingenti volumi di fatture, coinvolti nell’attuazione del nuovo adempimento, è stato predisposto un servizio che consente agli intermediari di inviare, con modalità sia “massiva” sia “puntuale”, una comunicazione telematica contenente i dati essenziali delle deleghe loro conferite.

Inoltre, con l’obiettivo di consentire agli intermediari di disporre del tempo necessario per adeguare i propri sistemi alle nuove modalità di attivazione delle deleghe, è stata prevista, in via transitoria, la
possibilità per i soggetti che possono autenticare la sottoscrizione della delega (articolo 63, Dpr 600/1973) di trasmettere, tramite posta elettronica certificata, un file contenente gli elementi essenziali delle deleghe conferite, nonché la copia delle deleghe cartacee (dati che essi devono acquisire e conservare, in originale, per permettere all’Agenzia di effettuare gli opportuni controlli – vedi punto 4.8 del provvedimento del 5 novembre 2018).
In base a quanto stabilito dal neo provvedimento, a partire dal prossimo 31 maggio, dato che la fase di avvio delle nuove regole di fatturazione è ormai superata, questa modalità di trasmissione delle deleghe non sarà più utilizzabile.

Consulta qui i video di Luca Salvetti in tema di fatture elettroniche

IL DIARIO QUOTIDIANO CONTINUA NEL FILE PDF QUI SOTTO (12 pagine)

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it