Corrispettivi telematici dal prossimo 1 luglio 2019 invio giornaliero - Diario quotidiano del 10 aprile 2019

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze1) Interessi di mora resi prudentemente indeducibili: ok all’istanza di rimborso delle somme versate in più sul dovuto delle imposte

2) Intermediari finanziari che non applicano i principi contabili internazionali

3) Costi black list con definizione agevolata

4) Credito d’imposta pubblicità: istituito codice tributo per l’utilizzo

5) Definizione agevolata e rinuncia all’agevolazione “Tremonti ambiente”

6) Corrispettivi telematici dal prossimo 1 luglio 2019, invio giornaliero, senza intermediari del fisco

7) Bozza decreto crescita: anche le associazioni non lucrative dovranno pubblicare sul web entro il 30 giugno 2019 e sovvenzioni ricevute

8) Confermata la riserva in via esclusiva ai Consulenti del Lavoro delle attività di cui all’art. 1 della Legge n. 12/79

9) Studio Enti del Terzo Settore: dai commercialisti arriva un documento che focalizza le criticità

10) Def: sarà un graduale passaggio a due aliquote Irpef al 15% e 20%

11) ISA: l’Agenzia e Sose incontrano le principali associazioni di categoria

12) Per l’acquisto dell’immobile niente plafond Iva

13) Le prestazioni di medicina e chirurgia estetica effettuate nei confronti delle persone fisiche non vanno documentate con fattura elettronica tramite SdI

14) Auto-fatture per estrazione dei beni da un deposito IVA

15) Aliquota IVA applicabile alle lettiere di origine vegetale per animali domestici

*****

6) Corrispettivi telematici dal prossimo 1 luglio 2019, invio giornaliero, senza intermediari del fisco

Dall’1 luglio 2019 sarà obbligatorio trasmettere in via telematica i corrispettivi per i soggetti passivi Iva con un volume d’affari annuo superiore a 400mila euro, che effettuano operazioni ai sensi dell’art. 22, del Dpr 633/1972.

Gli esercenti al minuto (e non) dovranno, quindi, sbrigarsela da soli, senza dovere ricorre agli intermediari del fisco, poiché dovranno dotarsi di specifici registratori telematici in grado di effettuare quotidianamente la trasmissione dei corrispettivi di giornata. Lo evidenzia il comitato tecnico di Assosoftware nella nota pubblicata il 9 aprile 2019.

A differenza di quanto accade per la fattura elettronica, la trasmissione dei corrispettivi non potrà, quindi, essere affidata all’ intermediario fiscale (ad es, il commercialista o altro professionista), ma l’esercente dovrà dotarsi di specifici registratori telematici in grado di effettuare quotidianamente la trasmissione dei corrispettivi di giornata.

L’intermediario fiscale, tuttavia, pur venendo meno la necessità – in corrispondenza con l’entrata in vigore dell’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi – della tenuta del registro di cui all’art. 24, del Dpr 633/1972, dovrà comunque continuare, nella generalità dei casi, a registrare i suddetti corrispettivi ai fini delle imposte sui redditi e soprattutto al fine di poter elaborare la liquidazione Iva con cadenza mensile ovvero trimestrale.

Corrispettivi telematici: scenari attuali

Viene ricordato che dall’1 gennaio 2019 non è più possibile utilizzare le vecchie regole, previste dalla legge 311/2004, che permettevano alle imprese della grande distribuzione di emettere scontrini non fiscali e di trasmettere telematicamente all’agenzia delle Entrate, distintamente per ciascun punto vendita, l’ammontare complessivo dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi, con cadenza mensile.

Quindi il 2019 rappresenta l’anno zero per tutti i soggetti passivi, e il nuovo obbligo – che scatterà 1° luglio – interesserà indistintamente tutti coloro che lo scorso anno avevano raggiunto un volume d’affari su base annua superiore a 400.000 euro.

La prima conseguenza del nuovo scenario normativo è stata – quindi – quella che le imprese della grande distribuzione, che si avvalevano delle disposizioni della precedente normativa, dal 1° gennaio 2019 hanno dovuto adeguarsi, utilizzando una delle seguenti due modalità di emissione…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it