La deduzione fiscale dei compensi agli amministratori – Diario Quotidiano del 6 marzo 2019

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 6 marzo 2019



1) Deduzione fiscale compensi agli amministratori, prima e dopo la riforma del diritto societario
2) Bilancio e nota integrativa equipollenti ai verbali assembleari
3) La vendita con pubblico incanto non rettificabile dal fisco
4) Anche dopo la rottamazione è possibile proseguire il giudizio tributario
5) Tutte le novità da Redditi 2019
6) Entrate tributarie, a gennaio 2019, pari a 36,5 miliardi (+2,7%)
7) Entrate tributarie, nel 2018 gettito di 463,2 miliardi (+1,7%)
8) Lavoratori agricoli: online il 4° elenco di variazione 2018
9) Tariffe per l’attività di verifica periodica delle attrezzature di lavoro

La deduzione fiscale dei compensi agli amministratori - Diario Quotidiano del 6 marzo 20191) Deduzione fiscale compensi agli amministratori, prima e dopo la riforma del diritto societario

2) Bilancio e nota integrativa equipollenti ai verbali assembleari

3) La vendita con pubblico incanto non rettificabile dal fisco

4) Anche dopo la rottamazione è possibile proseguire il giudizio tributario

5) Tutte le novità da Redditi 2019

6) Entrate tributarie, a gennaio 2019, pari a 36,5 miliardi (+2,7%)

7) Entrate tributarie, nel 2018 gettito di 463,2 miliardi (+1,7%)

8) Lavoratori agricoli: online il 4° elenco di variazione 2018

9) Tariffe per l’attività di verifica periodica delle attrezzature di lavoro

***

1) Deduzione fiscale compensi agli amministratori, prima e dopo la riforma del diritto societario

Se manca l’apposita delibera assembleare, i compensi corrisposti agli amministratori non sono deducibili. Non basta la previsione e l’approvazione dei relativi importi soltanto in sede di approvazione del bilancio. Costa, dunque, cara la fretta e forse l’approssimazione nell’affrontare la delicata questione della corresponsione degli importi spettanti ai manager.

Difatti, la Corte di cassazione, con la sentenza n. 884 del 16 gennaio 2019, confermando la tesi d