Niente plusvalenza sulla vendita dell’immobile da demolire - Diario quotidiano del 25 Febbraio 2019

1) Sistema dei corrispettivi: rinnovo della CA per la connessione TLS con il server di produzione entro il 15 maggio 2019
2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di gennaio 2019
3) Ristrutturazioni casa con risparmio energetico: invio di dati a Enea entro l’1° aprile 2019
4) Regime forfetario allargato: la Fondazione nazionale commercialisti ne ricostruisce le ultime novità
5) Niente plusvalenza sulla vendita dell’immobile in demolizione e poi ricostruito
6) Erogazioni rientranti nell’obbligo di pubblicazione nella nota integrativa del bilancio: necessita la moratoria delle sanzioni
7) Garante privacy: linee-guida sui codici di condotta
8) Organo di revisione degli enti locali: dal CNDCEC arrivati i principi di vigilanza e controllo
9) Alimenti e bevande: aliquote Iva distinte sulla vendita e somministrazione
10) Tax credit librerie: presentazione istanze

1) Sistema dei corrispettivi: rinnovo della CA per la connessione TLS con il server di produzione entro il 15 maggio 2019

2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di gennaio 2019

3) Ristrutturazioni casa con risparmio energetico: invio di dati a Enea entro l’1° aprile 2019

4) Regime forfetario allargato: la Fondazione nazionale commercialisti ne ricostruisce le ultime novità

5) Niente plusvalenza sulla vendita dell’immobile in demolizione e poi ricostruito

6) Erogazioni rientranti nell’obbligo di pubblicazione nella nota integrativa del bilancio: necessita la moratoria delle sanzioni

7) Garante privacy: linee-guida sui codici di condotta

8) Organo di revisione degli enti locali: dal CNDCEC arrivati i principi di vigilanza e controllo

9) Alimenti e bevande: aliquote Iva distinte sulla vendita e somministrazione

10) Tax credit librerie: presentazione istanze

***

5) Niente plusvalenza sulla vendita dell’immobile da demolire e poi ricostruito

Secondo la Corte di cassazione, nella sentenza n. 5088/2019, la demolizione e successiva ricostruzione eseguita dal nuovo acquirente, sebbene con consistente ampliamento della volumetria, non autorizza l’Ufficio ad una riqualificazione dell’oggetto della cessione.

L’Ufficio riqualificava il trasferimento come cessione di terreno edificabile perché era chiaro l’intento di abbattere l’immobile e quindi il “corrispettivo” pattuito individuava la capacità edificatoria dell’area. Da qui la tassazione della plusvalenza per cessione di terreno edificabile ex articolo 67 del Tuir.

La contribuente impugnava il provvedimento rilevando che oggetto della cessione era un fabbricato e non un’area. La Ctp respingeva il gravame, ma la decisione veniva riformata in appello. L’Agenzia ricorreva così in Cassazione, lamentando, in sintesi, l’errata interpretazione della norma.

La norma è stata modificata con la legge 413/91 assoggettando a tassazione la plusvalenza di terreni divenuti edificabili. Ciò che rileva, quindi, è la destinazione edificatoria originariamente conferita all’area “non edificata” e non quella ripristinata, conseguente all’intervento eseguito sull’area “già edificata”.

Perciò la demolizione e successiva ricostruzione eseguita dal nuovo acquirente, sebbene con consistente ampliamento della volumetria, non autorizza l’Ufficio ad una riqualificazione dell’oggetto della cessione: la realizzazione, infatti, è futura rispetto alla compravendita, poiché si tratta di opere rimesse alla potestà di un soggetto diverso da chi deve subire la tassazione.

L’articolo 67 del Tuir, secondo i giudici, non attribuisce alcuna rilevanza all’intenzione delle parti ovvero ai motivi che hanno giustificato l’accordo di cessione. La Suprema corte precisa altresì che si tratta di una norma eccezionale che non ammette interpretazione analogica.

Per tutti gli approfondimenti sulla fiscalità immobiliare clicca qui

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (12 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it