La nomina del revisore nelle SRL - Diario quotidiano del 13 febbraio 2019

1) Novità in materia di nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl
2) Prescrizione decennale per la detrazione delle imposte pagate all’estero
3) Caparra confirmatoria soggetta all’imposta di registro anche se imputata al prezzo finale
4) Modalità di accesso delle vittime di usura ed estorsione alla proroga delle scadenze fiscali
5) Bollo su E-fattura
6) L’Agenzia delle entrate aggiorna tre guide per i lavori da fare in casa
7) Prassi dell’Agenzia delle Entrate
8) Osservatorio partite Iva – Online i dati del quarto trimestre 2018 e quelli complessivi annuali per il 2018
9) Verbalizzazione accertamenti ispettivi
10) OIC pubblica in consultazione il Discussion Paper Ricavi

***

1) Novità in materia di nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl

Come si ricorderà nello scorso mese di gennaio il governo ha approvato un Decreto legislativo recante la nuova disciplina delle crisi d’impresa e di insolvenza, in attuazione della legge delega.

Nello schema di decreto vi figurano anche delle novità in materia di nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl.

Il neo provvedimento prevede il riordino della disciplina delle procedure concorsuali, regolate dall’attuale Legge Fallimentare, e di quella delle crisi da sovraindebitamento.

Tutto questo per consentire alle imprese in difficoltà finanziarie di accedere a soluzioni che consentano di mantenere continuità aziendale e livelli occupazionali, oltre, ovviamente, di tenere conto delle ragioni dei creditori.

Tra le novità:

  • forse la più significativa, l’estensione dell’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore alle s.r.l. che per due esercizi consecutivi abbiano superato i nuovi limiti indicati dall’art. 2435-bis c.c.;
  • la sostituzione della procedura del fallimento con la “liquidazione giudiziale”;
  • l’introduzione di specifici obblighi e assetti organizzativi nonché misure di allerta per anticipare i segnali di crisi.

Questi i punti salienti delle modifiche introdotte con la riforma:

  • sostituzione del termine fallimento con l’espressione “liquidazione giudiziale” così come avviene in altri Paesi europei;
  • introduzione di un sistema di allerta finalizzato a consentire la pronta emersione della crisi, nella prospettiva del risanamento dell’impresa e comunque del più elevato soddisfacimento dei creditori;
  • priorità di trattazione alle proposte che comportino il superamento della crisi assicurando la continuità aziendale;
  • tra gli strumenti di gestione delle crisi e dell’insolvenza, vengono preferite delle procedure alternative a quelle dell’esecuzione giudiziale;
  • istituzione presso il Ministero della giustizia un albo dei soggetti destinati a svolgere su incarico del tribunale funzioni di gestione o di controllo nell’ambito di procedure concorsuali, con l’indicazione dei requisiti di professionalità esperienza e indipendenza necessari all’iscrizione.

Riforma dell’organo di controllo nelle S.r.l.

Il neo provvedimento procede:

  • alla definizione di nuovi limiti per la redazione del bilancio in forma abbreviata di cui all’art 2435 bis c.c.;
  • all’adeguamento dell’art. 2477 c.c. commi 3 e 4, in materia di nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle srl.

Le nuove soglie sono:

  • totale attivo: due milioni (in precedenza 4.400.000 euro);
  • ricavi delle vendite e delle prestazioni: due milioni (in precedenza 8.800.000 euro);
  • dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 10 unità (in precedenza 50 unità).

Sono soggetti alla nomina dell’organo di controllo le Srl che abbiano superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei suddetti limiti.

L’obbligo viene a cessare quando, per tre esercizi consecutivi (in precedenza due), non venga superato alcuno dei predetti limiti.

Il termine entro il quale le Srl già costituite dovranno nominare l’organo di controllo o il revisore e se necessario, uniformare…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it