Ecotassa: ecco il codice tributo per pagare - Diario quotidiano del 28 febbraio 2019

Ecotassa: ecco il codice tributo per pagare - Diario quotidiano del 28 febbraio 20191) Slittano, a sorpresa, al 10 aprile 2019 le liquidazioni Iva (cd. Lipe) del quarto trimestre 2018

2) Dichiarazione precompilata 2019: prorogata all’8 marzo la scadenza per le comunicazioni degli amministratori di condominio

3) “Pacchetto Iva 74-bis” al completo: approvate le specifiche tecniche

4) Oneri da “Additional Tier 1”: deducibili come interessi passivi

5) Ecotassa: ecco il codice tributo per pagare dal 1° marzo 2019

6) Nuovo calendario fiscale: primo via libera entro fine marzo 2019

7) Decretone: ok da Senato ora passa alla Camera

8) Disciplina delle società non operative disapplicabile con le quotazioni Omi

9) MEF: mai parlato di aumenti dell’Iva né di manovre sui conti pubblici

10) CNDCEC: nuova giustizia tributaria più specializzata, anche i Commercialisti potrebbero arrivare fino all’ultimo grado di giudizio

11) Copie informatiche di documenti analogici: certificazione del processo spiegata dal Notariato

12) Reddito di cittadinanza e altre novità in tema di privacy

***

1) Dichiarazione precompilata 2019: prorogata all’8 marzo la scadenza per le comunicazioni degli amministratori di condominio

Slittano, a sorpresa, al 10 aprile 2019 le liquidazioni Iva (Lipe) del quarto trimestre 2018

Decreto firmato da Conte che dovrà essere registrato dalla Corte dei conti composto da tre articoli.

Il primo sposta al 30 aprile 2019 il cd. “spesometro”, ovvero le comunicazioni dei dati Iva relativi alla fatture. Il secondo rinvia sempre a fine aprile, invece, gli invii delle comunicazione di gennaio e febbraio 2019 con i dati relativi alle fatture da e per l’estero (cd. esterometro) escluse dal sistema della fatturazione elettronica.

Arrivano invece al 16 maggio 2019, con la maggiorazione dello 0,4% , i versamenti dell’Iva per chi vende su piattaforme elettroniche tablet, Pc, console o telefoni cellulari.  I dati delle operazioni dei mesi di marzo e aprile 2019, invece, dovranno essere comunicati al Fisco entro il 31 maggio 2019.

5) Ecotassa: ecco il codice tributo per pagare dal 1° marzo 2019

Riguarda coloro che, dal 1° marzo 2019 e fino a tutto il 2021, acquisteranno in Italia un veicolo di categoria M1 nuovo di fabbrica o ne immatricoleranno uno già immatricolato all’estero. Dunque l’Agenzia delle entrate ha istituito, con la risoluzione 31/E del 26 febbraio 2019, il codice tributo “3500” per il versamento, tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (F24 Elide), dell’ecotassa, ossia dell’imposta dovuta per i veicoli con emissioni eccedenti la soglia di 160 CO2 g/km (articolo 1, commi da 1042 a 1045, legge 145/2018).

Dal prossimo 1° marzo e fino al 31 dicembre 2021, chi acquista, anche tramite leasing, un veicolo di categoria M1 (automezzi destinati al trasporto di persone aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente) nuovo di fabbrica oppure immatricola in Italia un veicolo della stessa categoria già immatricolato in un altro Stato, deve dunque pagare un’imposta in funzione del numero di grammi di biossido di carbonio emessi eccedenti il limite indicato.

CO2 g/km

Imposta (euro)

161-175

1.100

176-200

1.600

201-250

2.000

superiore a 250

2.500

Sono esonerati i veicoli a uso speciale, ossia quelli destinati a svolgere funzioni che richiedono un adattamento della carrozzeria e/o attrezzature speciali, inclusi quelli con accesso per sedie a rotelle. Il versamento dell’“ecotassa” deve essere effettuato dall’acquirente o da chi richiede l’immatricolazione tramite il modello F24 Elide, indicando il codice tributo “3500” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.

Nella sezione “Contribuente” della delega di pagamento vanno indicati il codice fiscale e i dati anagrafici di chi effettua il versamento; nella sezione “Erario ed altro”, bisogna riportare la lettera…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it