Comunicazione ENEA - attenzione alla scadenza del 21 febbraio: omettere l'adempimento può compromettere l'agevolazione

I contribuenti che hanno posto in essere interventi di recupero edilizio e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare sono tenuti, entro i 90 giorni dalla conclusione dell’intervento, ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dai lavori realizzati dal contribuente derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Attenzione alla scadenza di giovedì 21 febbraio entro la quale vanno comunicati all’ENEA gli interventi chiusi entro la data del 21 novembre 2018!

Comunicazione ENEACome noto, a partire dal periodo di imposta 2018, i contribuenti che hanno posto in essere  interventi di recupero edilizio (così come previsti dall’articolo 16-bis TUIR) e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico (di cui alla Legge n. 232 del 11 dicembre 2016)  e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare (di cui al Decreto Legge 4 giugno 2013, n. 63 – articolo 16, comma 2 e s.m.i.) sono tenuti entro i 90 giorni dalla conclusione dell’intervento ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dai lavori realizzati dal contribuente derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.

COMUNICAZIONE ENEA: GLI INTERVENTI INTERESSATI

In vista della scadenza del 21 febbraio prossimo ricordiamo che, in base alle indicazioni che sono state fornite dall’ENEA, la comunicazione oggeto di analisi è obbligatoria per:

  • interventi di coibentazione delle strutture edilizie (interventi di riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati con l’esterno, i vani freddi e il terreno; interventi di riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e coperture che delimitano gli ambienti riscaldati con l’esterno e i vani freddi; interventi di riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati con l’esterno, i vani freddi e il terreno);
  • interventi di riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi delimitanti gli ambienti riscaldati con l’esterno e i vani freddi;
  • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti.

La comunicazione all’ENEA dovrà inoltre essere effettuata in relazione agli interventi di:

  • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • installazione di pompe di calore per la climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • microcogeneratori (Pe<50kWe), scaldacqua a pompa di calore e generatori di calore a biomassa;
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;
  • installazione di sistemi di termoregolazione e di building automation;
  • installazione di impianti fotovoltaici (potenza massima 20 kW).

Per gli interventi la cui data di fine lavori o collaudo, nel caso in cui l’intervento lo preveda, sia compresa tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 (incluso), il termine dei 90 giorni decorre a partire dal 21 novembre 2018: in questo caso, quindi, la comunicazione dovrà essere trasmessa all’ENEA entro il prossimo 21 febbraio 2019 (termine prorogato di 2 giorni il 14/02/2019).

Invece, per i lavori ultimati successivamente al 21 novembre 2018 e, in generale, a regime, l’invio dovrà sempre avvenire entro il termine dei 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Ricordiamo che il portale Enea è accessibile a questo indirizzo:

http://www.acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie/

Massimo Pipino

18 febbraio 2019

COMUNICAZIONE ENEA – LE ULTERIORI PROPOSTE INFORMATIVE DEL COMMERCIALISTA TELEMATICO

SCOPRI IL DOSSIER DI MASSIMO PIPINO DEDICATO AGLI INTERVENTI DI RISTRUTTRAZIONE EDILIZIA

SCOPRI LA NOSTRA CIRCOLARE DI STUDIO GRATUITA PER I NOSTRI ABBONATI DEDICATA ALLA SCADENZA DEL 21 FEBBRAIO

Per maggiori informazioni sulla Comunicazione ENEA leggi anche l’articolo di Devis Nucibella:

La nuova comunicazione all’Enea per gli interventi di ristrutturazione

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it