Differimento dei termini dell'autoliquidazione INAIL 2018-2019

Differimento dei termini dell'autoliquidazione Inail 2018-2019Riduzione dei premi e contributi dovuti all’Inail nella Legge di Bilancio

La Legge di Bilancio 2019 – L. n. 30 dicembre 2018 n. 145 – ha modificato al ribasso l’importo dei premi e contributi dovuti all’Inail per l’anno 2019, trovando le risorse – tra gli altri – in una minore destinazione al finanziamento dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. I commi 1121-1126 prevedono infatti una riduzione dell’onere a carico del datore di lavoro per premi e contributi dovuti all’Inail e dei meccanismi di liquidazione di rendite e indennizzi che dovrà però essere stabilito nel preciso ammontare per ciascun soggetto obbligato da parte dell’Istituto medesimo. In ogni caso al fine di consentire l’applicazione delle nuove tariffe dei premi oggetto di revisione, è stato previsto il differimento dei termini di pagamento, che è opportuno segnalare in tale sede in modo da dissipare eventuali dubbi in merito e chiarire quali soggetti sono obbligati e quando bisognerà effettuare il pagamento.

Soggetti interessati dal differimento

Era stato annunciato già da fonti governative prima della pubblicazione della Legge di Bilancio, ed è stato confermato con la lettura del testo della L. n. 145/2018, che nel 2019 verrà diminuito l’ammontare di premi in autoliquidazione dovuti all’Inail per il 2018-2019 a fronte dell’l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali; conseguentemente, con il comma 1125 dell’art. 1, L. n. 145/2018, sono stati rinviati anche i termini per gli adempimenti nei confronti dell’Inail riguardanti:

  1. la Tariffa ordinaria dipendenti (tod) delle gestioni “Industria”, “Artigianato”, “Terziario” ed “Altre Attività”;
  2. la Tariffa dei premi speciali unitari artigiani;
  3. la Tariffa dei premi del settore navigazione.

I nuovi termini per l’anno 2019

I termini di differimento vengono segnalati in maniera chiara dall’Inail sul proprio sito con un aggiornamento dello scorso 4 gennaio e riportati di seguito a scopo di maggiore chiarimento:

  • termine entro il quale l’Inail rende disponibili al datore di lavoro gli elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo: differito dal 31 dicembre 2018 al 31 marzo 2019. L’Inail infatti entro il 31 dicembre di ogni anno (per quest’anno entro il 31 marzo p.v.) comunica, per ciascuna lavorazione il tasso di premio da applicare, i relativi elementi di calcolo, nonché, per i soggetti autonomi artigiani, la classe di rischio applicata ai sensi del DM 1° febbraio 2001;
  • termine per il pagamento dei premi in autoliquidazione 2018-2019 per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali: differito dal 16 febbraio al 16 maggio 2019;
  • termine entro cui inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte: differito dal 16 febbraio al 16 maggio 2019. I datori di lavoro che presumono infatti di erogare nell’anno un importo di retribuzioni inferiore a quello corrisposto nell’anno precedente devono inviare all’Inail entro il 16 febbraio (termine differito al 16 maggio p.v.) la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte con il servizio “Riduzione presunto”, indicando le minori retribuzioni che prevedono di corrispondere;
  • termine entro cui effettuare il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani, dei premi relativi al settore navigazione, per il pagamento in unica soluzione e per il pagamento della prima rata in caso di rateazione: differito dal 16 febbraio al 16 maggio 2019;
  • termine per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni: differito dal 28 febbraio differito al 16 maggio 2019.

Soggetti esclusi dal differimento dei termini

Come chiarito dall’Istituto con l’aggiornamento in questione, restano confermati i termini di scadenza per il pagamento e per gli adempimenti relativi ai premi speciali…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it