Riforma del fallimento e nuovi obblighi di revisione per le SRL - Diario quotidiano del 3 dicembre 2018

diario-quotidianoLe notizie di oggi:

1) Interventi di potenziamento al Sistema di interscambio e altre brevi di fisco

2) Srl: in base a nuove regole in arrivo molte dovranno adottare il sindaco o il revisore

3) Commercialisti: ecco come mantenere la PEC di categoria

4) Fattura elettronica è caos: grido d’allarme dei Commercialisti a poche settimane dall’avvio dell’obbligo generalizzato

5) Dalla Fondazione dei Commercialisti arrivata la guida sulle agevolazioni per le start-up innovative e non solo

6) Definizione agevolata: 7 dicembre nuovo termine per le rate scadute

7) ASD: le attività di custodia e manutenzione dei velivoli dei soci non sono tassabili

8) Diniego di autotutela tributaria non impugnabile

***

Srl: In base a nuove regole in arrivo dovranno adottare il sindaco o il revisore

Si tratta di nuovi parametri messi a punto dallo schema di decreto legislativo di riforma della disciplina della crisi d’impresa in discussione davanti alle commissioni parlamentari.

Questo a seguito del cambiamento delle soglie sia economiche sia di dipendenti che danno luogo al nuovo obbligo. Il totale dell’attivo dello stato patrimoniale scende infatti da 4 milioni e 400mila euro a 2 milioni; i ricavi da 8 milioni e 800mila a 2 milioni; il numero di dipendenti da 50 a 10. Dal nuovo scenario che viene a delinearsi saranno oltre 100.000 società a responsabilità limitata a dovere erogare compensi al professionista.

L’aumento delle società di capitali tenute al controllo interno, nella forma del sindaco o del revisore, viene ad essere inquadrata nel contesto di una maggiore responsabilizzazione degli amministratori e, di riflesso, dei loro controllori nell’individuare per tempo i segnali di crisi aziendali nella prospettiva di scongiurare insolvenze conclamate con chiusura dell’impresa e azzeramento dei posti di lavoro.

Saranno, quindi, i sindaci ed i revisori che dovranno segnalare criticità, quando i responsabili non si siano attivati autonomamente. Gli indici di criticità dovranno essere messi a punto, tenuto conto di alcune indicazioni del decreto, da parte del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti.

Per seguire le novità della riforma fallimentare clicca qui…

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (15 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it