Obbligo di fatturazione elettronica per subappaltatori e subcontraenti

ASSONIME, che aveva già fornito alcune precisazioni in materia, in riferimento alle operazioni di cessione di carburanti per autotrazione, è nuovamente intervenuta sulle problematiche applicative di cui all’obbligo di fattura elettronica che, come noto, a partire dal 1° luglio 2018, è previsto per i soggetti appaltatori, subappaltatori e fornitori appartenenti alla filiera delle costruzioni attivi nei confronti della Pubblica Amministrazione. In tal senso ASSONIME ha provveduto a riepilogare la disciplina del nuovo adempimento chiarendone alcune incertezze. Esaminiamo i punti di maggiore interesse

Obbligo di fatturazione elettronica per subappaltatori e subcontraentiIn data 28 novembre u.s. ASSONIME, che aveva già fornito alcune precisazioni in materia di fatturazione elettronica con la precedente circolare n. 17 del 2018 in riferimento alle operazioni di cessione di carburanti per autotrazione, è nuovamente intervenuta sulle problematiche applicative di cui all’obbligo di fatturazione elettronica che, come noto, a partire dal 1° luglio 2018, è previsto per i soggetti appaltatori, subappaltatori e fornitori appartenenti alla filiera delle costruzioni attivi nei confronti della Pubblica Amministrazione. Con il documento in parola ASSONIME ha provveduto a riepilogare la disciplina del nuovo adempimento chiarendone alcune incertezze. I punti di maggiore interesse della circolare sono i seguenti.

L’obbligo generalizzato entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2019

Partendo dalla constatazione che al 1° gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo generalizzato della fatturazione elettronica, ASSONIME ribadisce che l’obbligo interesserà in generale tutti i soggetti IVA che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi, sia nei confronti di soggetti passivi d’imposta che nei confronti dei consumatori finali.

A questo proposito la circolare n. 24/2018, ricordando che la fatturazione elettronica è stata anticipata a partire dal 1° luglio 2018 in relazione:

  • alle prestazioni che sono effettuate da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera di imprese nell’ambito di contratti di appalto che hanno ad oggetto lavori, forniture, servizi, stipulati con la Pubblica Amministrazione;
  • alle cessioni di carburanti che sono destinati per motori per uso autotrazione (l’obbligo tuttavia è stato differito al 1° gennaio 2019 per quanto attiene alle cessioni effettuate da gestori di impianti stradali di distribuzione)

conferma che non saranno soggetti all’obbligo di emettere fatture elettroniche innanzitutto i soggetti IVA che presentano un ridotto volume d’affari, ossia coloro che applicano il regime forfetario ovvero il regime di vantaggio.

Contratti di appalto: come deve essere intesa la definizione di “Amministrazione pubblica”

Sottolineando che la legge di Bilancio per il 2018 (Legge n. 205/2017) ha previsto l’obbligo di emissione della fattura elettronica, a partire dal 1° luglio 2018, in relazione a prestazioni rese nell’ambito di contratti di appalto di lavori, servizi e forniture stipulati nei confronti della Pubblica Amministrazione, la Circolare ASSONIME n. 24/2018 ricorda come in proposito il Dipartimento delle Finanze del MEF ha provveduto a precisare (con la Circolare n. 1/DF del 9 marzo 2015, emanata da parte del Direttore Generale delle Finanze e titolata Decreto 3 aprile 2013, n. 55, in tema di fatturazione elettronica – Circolare interpretativa”) quali siano i soggetti che rientrano nella categoria della “Pubblica Amministrazione”. Si tratta di:

  • enti e soggetti che sono indicati all’interno dell’elenco che l’ISTAT pubblica con frequenza annuale, oltre ad autorità indipendenti, enti e autorità che sono indicati nella legge n. 196/2009;
  • Amministrazioni dello Stato (ad esempio: scuole e istituti di ogni ordine e grado, Regioni, Province, Comuni, Camere di Commercio);
  • Amministrazioni autonome.

Soggetti cui è fatto obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° luglio 2018: definizione di “subappaltatori” e “subcontraenti”. Il concetto di “filiera di imprese”

La Circolare ASSONIME n. 24/2018 ricorda come l’obbligo di emissione della fattura elettronica sia previsto in riferimento alle prestazioni rese nei confronti della Pubblica Amministrazione, così come identificata dalla Circolare n. 1/DF del 9 marzo 2015, da parte di soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera di imprese nell’ambito di un contratto di appalto avente ad oggetto lavori, servizi, forniture.

Resta quindi da identificare correttamente chi siano i soggetti subappaltatori e subcontraenti…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it