Modalità di conferimento delle deleghe per i servizi di fattura elettronica - Diario quotidiano del 4 dicembre 2018

Modalità di conferimento delle deleghe per i servizi di fattura elettronica - Diario quotidiano del 4 dicembre 20181) Modalità di conferimento – revoca delle deleghe per i servizi di fattura elettronica

2) Pagamento IMU al 17 dicembre 2018

3) Appuntamento consolidato: acconto Iva 2018 rimane fissato al 27 dicembre

4) Agenzia Entrate Riscossione: apertura straordinaria sportelli per la scadenza del 7 dicembre

5) Credito d’imposta formazione 4.0: online i chiarimenti

6) Tassazione agevolata premi di risultato: parere delle Entrate non condiviso dalla Fondazione Consulenti del Lavoro

7) Assonime con circolare si sofferma sulla privacy dei dati personali di persone decedute

8) Malattia all’estero: cosa fare in caso di assenza dal lavoro

9) Vendita di oggetti preziosi: arrivate le indicazioni applicative del Ministero

10) Decreto Ace, attività mandatario senza Iva, niente esenzione Iva per i servizi resi dagli operatori socio sanitari: le risposte delle Entrate

****

1) Modalità di conferimento/revoca delle deleghe per i servizi di fattura elettronica

In base a quanto previsto dal Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 5 novembre 2018, a decorrere dal 30 novembre 2018, sull’area di Entratel, è disponibile la funzionalità di comunicazione “puntuale” degli elementi essenziali per l’attivazione/revoca delle deleghe all’utilizzo dei servizi di Fatturazione elettronica, riservata esclusivamente agli intermediari di cui all’art. 3, comma 3, del D.P.R. n. 322 del 1998 per consentire loro di trasmettere telematicamente le richieste di conferimento/revoca delle deleghe ricevute dai propri clienti.

La funzionalità è disponibile nella nuova sezione “Deleghe – Gestione deleghe per intermediari”.

(Entratel, nota del 30 novembre 2018)

GUARDA QUI I NOSTRI VIDEO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

******

2) Pagamento IMU al 17 dicembre 2018

Entro il 17 dicembre 2018 (il 16 cade di Domenica) si dovrà pagare il saldo Imu e Tasi 2018, da conteggiare sulla base delle aliquote approvate dai Comuni e pubblicate sul sito del Dipartimento delle Finanze. Per calcolare l’importo da pagare è necessario individuare la base imponibile (valore dell’immobile: catastale, contabile, venale), dopo aver inquadrato la disciplina applicabile alle singole fattispecie, anche per tenere conto di eventuali e particolari agevolazioni.

Ricordiamo che l’ambito soggettivo del pagamento Imu è il seguente:

  • proprietà piena di beni immobili (fabbricati, terreni agricoli, aree fabbricabili) siti in Italia e destinati a qualsiasi utilizzo;
  • titolarità di diritti reali su tali beni, ossia abitazione, usufrutto, uso, enfiteusi e
  • diritto di superficie;
  • conduzione di immobili in locazione finanziaria (leasing); titolarità di immobili acquisita in regime di locazione finanziaria;
  • concessione di immobili demaniali (ad esempio stabilimenti balneari).

Soggetti passivi sono quindi i proprietari degli immobili, i titolari dei diritti reali digodimento, i locatari finanziari e i concessionari dei beni del demanio. Tra i più frequenti diritti reali si segnala il diritto di abitazione per la casa familiare del coniuge superstite, diritto che scatta automaticamente alla morte dell’altro coniuge a prescindere dall’accettazione dell’eredità e anche nel caso di rinuncia

a quest’ultima.

A tali categorie di soggetti si aggiunge l’assegnatario della casa coniugale, che diventa titolare del diritto di abitazione (solo ai fini Imu), ulteriore fattispecie di soggettività passiva introdotta dalla L. 44/2012. La L. 27.12.2013, n. 147 (Legge di Stabilità 2014) ha poi previsto l’esonero dall’Imu per la casa coniugale assegnata al coniuge. L’ex casa coniugale è ora equiparata all’abitazione principale anche ai fini Tasi, che non è dovuta né dal proprietario né dal detentore.

SCOPRI QUI IL NOSTRO DOSSIER SUI CASI PRATICI IMU – TASI -TARI

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (18 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it