Alcuni casi particolari di notifica via pec - Diario quotidiano del 5 dicembre 2018

diario-quotidianoLe notizie di oggi:

1) Notifica della cartella di pagamento con PEC: non occorre il formato “p7m”

2) E’ valida la notifica della cartella via pec in pdf

3) Notifica all’estero dell’avviso di accertamento illegittima

4) “Accesso breve”: è legittimo l’avviso di accertamento non preceduto da PVC

5) Iva al 22% sulle spese cancello/citofono/ascensore del condominio

6) Dichiarazione di successione rettificativa: correzione dell’errore entro un anno, se incide sulla base imponibile

7) L’INPS riorganizza le sedi legali

8) Riduzione del premio assicurativo 2018 per le imprese artigiane

***

Notifica della cartella di pagamento con PEC: non occorre il formato “p7m”

Formato “p7m” necessario solo per la notifica di atti giudiziari. La notifica della cartella di pagamento avvenuta tramite posta elettronica certificata al contribuente che la ha regolarmente ricevuta è da ritenersi perfezionata in piena aderenza al disposto di cui all’art. 26 DPR 602/1973. L’art. 3 del D.P.R. 68/2005 stabilisce, infatti, che l’atto trasmesso per via telematica si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all’indirizzo elettronico da questi dichiarato. I giudici lombardi precisano, inoltre, che nel caso in esame, trattandosi di notifica di cartella, è del tutto irrilevante anche l’estensione del file (.pdf), non essendo prevista la necessità del formato p7m, la cui obbligatorietà riguarda le sole ipotesi di notificazione di atti giudiziari.

(Comm. Trib. Reg. per la Lombardia – Sentenza del 06/11/2018 n. 4754/19)

***

È valida la notifica della cartella via pec in pdf

È valida la notifica della cartella via pec in formato pdf.

La cartella notificata in formato pdf soddisfa pienamente i requisiti di garanzia di riferibilità dell’atto all’amministrazione finanziaria e conformità all’originale. Questa è la conclusione a cui sono giunti i giudici della Commissione tributaria di secondo grado di Bolzano interpretando l’art. 22 del CAD (D.Lgs. 7/3/2005 n. 82) in senso favorevole all’Amministrazione finanziaria, pur se in controtendenza rispetto ad altra parte della giurisprudenza tributaria recentemente formatasi in materia. Nel caso di specie la contribuente aveva reclamato l’inesistenza della notifica della cartella mediante pec con semplice allegato in formato pdf per mancanza dei requisiti formali attinenti alla provenienza e alla immodificabilità dell’atto.

(Comm. Trib. di Secondo Grado di Bolzano – Sentenza del 25/10/2018 n. 93/1)

***

Notifica all’estero dell’avviso di accertamento illegittima

È illegittima la notifica diretta al contribuente residente all’estero ed iscritto all’AIRE, effettuata a mezzo del Servizio postale dello Stato estero di residenza, qualora le indicazioni desumibili dalle relate di tale Servizio postale non consentano di trarre le informazioni relative ai motivi per cui non è stato possibile effettuare la consegna né vi siano riferimenti ad eventuali avvisi di giacenza previsti dalla Legge 890/1982. La CTR di Aosta ha così argomentato sull’appello proposto dall’Ufficio avverso la sentenza della CTP che aveva dichiarato la nullità della notificazione di un avviso di accertamento prodromico rispetto ad un avviso di iscrizione ipotecaria. I giudici aostani, a supporto della propria tesi, hanno citato la recente giurisprudenza della Suprema Corte (ord. n. 6242 del 10/03/2017) secondo la quale si deve ritenere eseguita la notificazione decorsi dieci giorni dalla data di rilascio dell’avviso di giacenza.

(Commissione Tributaria Regionale di Aosta – Sentenza del 15/10/2018 n. 21/2)

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (19 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it