Decreto fiscale: le novità in fase di conversione - Diario quotidiano del 26 novembre 2018

diario-quotidianoLe notizie di oggi:
1) Crescita PMI: Consob alza la soglia di esenzione
2) Operazioni con parti correlate, identificazione degli azionisti, trasparenza dei consulenti
3) Agenzia delle Entrate: a domanda risponde
4) Decreto fiscale diventa omnibus: dal bonus bebè al condono
5) Commercialisti: ok al passaggio di Cassa di previdenza
6) Contratto concluso prima del previsto: penalità soggette ad Iva
7) E’ dovuta l’ICI sugli immobili degli enti ecclesiastici destinati ad attività ricettive
8) Eventi sismici: modalità di versamento dei contributi sospesi
9) Commercialisti: politiche giovanili e di genere, valorizzazione della professione
10) Commercialisti: bilancio di previsione 2019 – 2021, pubblicato lo schema di parere dell’organo di revisione
11) D.L. fisco: dal 2020 parte la dichiarazione precompilata Iva
12) Compliance LI.PE. Iva non presentate ed altre di fisco

***

Decreto fiscale diventa omnibus: dal bonus bebè al condono

Sono i sei capitoli contenuti nell’emendamento, anche calamità, Money transfer e detassazione per le sigarette elettroniche.

Via il condono e al suo posto la sanatoria degli errori formali. Ma anche tassa dell’1,5% sui Money Transfer, Fondo per le calamità, detassazione per le sigarette elettroniche, rinnovo del bonus bebè e misure per Campione d’Italia dopo il fallimento del casinò. Sono i sei capitoli contenuti nell’emendamento ‘omnibus’ al decreto fiscale messo a punto da maggioranza e governo depositato in commissione Finanze del Senato.

Arriva con il decreto fiscale il rinnovo del bonus bebè per i nati 2019, inizialmente previsto con la manovra.

La misura è contenuta nel decreto ‘omnibus’ depositato in commissione Finanze del Senato. Prevista una maggiorazione dell’assegno del “20% per ogni figlio successivo al primo”. La misura vale 440 milioni in 2 anni. Confermate le due soglie di reddito per l’assegno che sarà di 80 euro al mese per le famiglie con Isee fino a 25mila euro e raddoppiato con Isee sotto i 7mila euro. Il bonus vale per il primo anno di vita o di ingresso in famiglia dopo l’adozione.

Rate meno pesanti per chi aderisce alla rottamazione ter.

La commissione Finanze del Senato ha approvato l’emendamento M5S che consente il pagamento di importi più bassi aumentando da 10 a 18 il numero complessivo delle rate, con le scadenze che passano da 2 a 4 l’anno dal 2020.

Nel 2019 si pagheranno quindi 2 rate ciascuna del 10% dell’importo (il 31 luglio e il 30 novembre). Poi ci saranno altre 18 rate, con 4 appuntamenti l’anno, il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre.

(ANSA, nota del 22 novembre 2018)

***

D.L. fisco: dal 2020 parte la dichiarazione precompilata IVA

Ok emendamento M5S che recepisce proposta direttore Ag. Entrate. Partirà dal 2020 la precompilata per le liquidazioni trimestrali e la dichiarazione annuale Iva. Lo prevede un emendamento M5S al decreto fiscale approvato in commissione Finanze al Senato che recepisce la proposta del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore. La novità scatta grazie ai dati che saranno acquisiti attraverso l’obbligo generalizzato di fattura elettronica che scatta dal 2019 e da quello di trasmissione dei corrispettivi. Per chi accetta la precompilata viene meno l’obbligo di registro delle fatture e degli acquisti.

Torna l’incompatibilità tra il commissario per il piano di rientro sanitario e ogni altro incarico istituzionale. Lo prevede un emendamento del relatore al decreto fiscale approvato dalla commissione Finanze del Senato che fa retromarcia rispetto al ‘doppio ruolo’ governatore-commissario consentito dal governo Renzi a partire dal 2017, tornando alle regole originarie disposte anche dal Patto per la salute 2014-2016. La norma si applica anche ai commissariamenti in corso, con 90 giorni per procedere alle nuove nomine.

Un ritocco che consenta alle Bcc della Federazione provinciale dell’Alto Adige (le Raiffeisen) di optare per i sistemi di tutela sul modello…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it