Semplificazione in tema di emissione, annotazione e registrazione delle fatture elettroniche - Diario Quotidiano del 29 ottobre 2018

diario-quotidianoLe notizie di oggi:
1) La stretta sul riporto delle perdite riguarderà anche gli enti non commerciali
2) Contributo dovuto al Cndcec per l’anno 2019: resta tutto invariato
3) L’imposta societaria nella UE: il framework normativo per una Tax good governance
4) Commercialisti: nomina presidente del consiglio di disciplina
5) Commercialisti: prescrizione dell’azione disciplinare decorsi più di 5 anni
6) Commercialisti: cancellazione d’ufficio per gli iscritti nell’elenco speciale che si trasferiscono in altro comune al di fuori del circondario dell’ordine
7) Semplificazione in tema di emissione ed annotazione delle fatture emesse e di registrazione degli acquisti
8) Nuovo IFRS 15: aspetti contabili e riflessi fiscali
9) Altre di fisco
10) Premi di risultato: conversione in welfare previdenziale e sanitario

CONSULTA QUI TUTTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI SULLA PROSSIMA LEGGE DI BILANCIO

***

Semplificazione in tema di emissione ed annotazione delle fatture emesse e di registrazione degli acquisti

Assonime, nella nota del 26 ottobre 2018, si è soffermata sulle disposizioni in materia di IVA e di accise del cd. Decreto Legge fiscale.
Difatti, sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23 ottobre 2018 è stato pubblicato il D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, collegato alla legge di Bilancio 2019.
Nello stesso giorno, il relativo disegno di legge di conversione è stato presentato in Senato (AS 886) e assegnato alla 6^ Commissione permanente (Finanze e tesoro) per l’esame in sede referente.
Il Decreto Legge, entrato in vigore il 24 ottobre 2018, contiene, tra le altre cose, numerose disposizioni in materia fiscale finalizzate, da un lato, a semplificare l’adozione della fatturazione elettronica, dall’altro, a contrastare l’evasione.
Dunque, Assonime, segnala le più rilevanti disposizioni in materia di IVA e di accise.

Norme di semplificazione per l’avvio della fatturazione elettronica (art. 10)

Il decreto-legge, tenendo conto delle difficoltà che potrebbero incontrare gli operatori nel primo semestre di operatività della fatturazione elettronica, prevede, fino al 30 giugno 2019, la non applicazione delle sanzioni per la ritardata emissione delle fatture elettroniche, se esse sono emesse entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’IVA. L’articolo prevede, altresì, una riduzione dell’80% delle sanzioni se le fatture sono emesse entro il termine per la liquidazione IVA relativa al periodo successivo.

Norme di semplificazione in tema di emissione delle fatture (art. 11)

È previsto che nella fattura sia indicata, fra l’altro, anche la data di effettuazione dell’operazione oppure quella in cui è pagato in tutto o in parte il corrispettivo, quando tale data è diversa da quella di emissione.

L’articolo introduce, poi, un nuovo più ampio termine per l’emissione delle fatture: tali documenti potranno ora essere emessi entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n. 633 del 1972, e non più al momento dell’effettuazione dell’operazione.

La disposizione in parola, che avrà rilevanti effetti semplificatori nella trasmissione delle fatture elettroniche, si applicherà a partire dal 1° luglio 2019; per il primo semestre di tale anno, del resto, l’art. 10 dispone la disapplicazione o la riduzione delle sanzioni per la ritardata emissione delle fatture.

Disposizioni di semplificazione in tema di annotazione delle fatture emesse (art. 12)

Riformulando il primo comma dell’art. 23 del D.P.R. n. 633 del 1972, il decreto-legge stabilisce che le fatture emesse devono essere registrate entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni, ma con riferimento al mese di effettuazione. La norma, tenendo conto del nuovo, più lungo, termine di emissione delle fatture stabilito dall’art. 11 (entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione), mira ad assicurare che l’operazione partecipi comunque alla liquidazione del periodo di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it