Commercialisti: linee guida in materia di attestazione antimafia - Diario quotidiano del 22 ottobre 2018

Commercialisti: linee guida in materia di attestazione antimafia - Diario quotidiano del 22 ottobre 20181) Corte Ue: nel pro rata IVA il valore iniziale del bene al momento della sua cessione

2) E-bay sotto controllo dal fisco; costi deducibili anche se antieconomici; coop di lavoro senza Ires?, le condizioni da rispettare; Niente raddoppio dei termini per chi non si avvale di sanatorie fiscali

3) Il regime fiscale della nuova impresa sociale

4) La Terza Età: disponibile la Guida realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato

5) Modalità di calcolo del pro-rata provvisorio di detrazione del Gruppo IVA nel suo primo anno di operatività

6) Il lavoratore non può rifiutare mansioni inferiori

7) Commercialisti: linee guida in materia di attestazione antimafia

8) Imposta di bollo e attività negoziale: pubblicato nuovo studio del Notariato

9) Participation exemption e dote

10) Valutazione anti-abuso scissione totale non proporzionale

***

Commercialisti: linee guida in materia di attestazione antimafia

La Fondazione nazionale dei commercialisti, il 19 ottobre 2018, ha pubblicato sul proprio sito internet nella sezione “Documenti di Ricerca” un proprio intervento sulle “Linee guida in materia di attestazione antimafia”.

La stessa FNC ha anche pubblicato la seguente nota che accompagna il suddetto documento:

Il 4 novembre 2017 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale (n. 258) la Legge 17 ottobre 2017 n. 161 recante “Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate”, disciplina entrata in vigore il 19 novembre 2017.

Si tratta di una riforma che, con interventi mirati anche al Decreto Legislativo n. 159/2011 (c.d. codice antimafia e delle misure di prevenzione di seguito anche “CAM”), contiene snodi significativi per l’applicazione delle misure di prevenzione, per la gestione dei beni e per la loro destinazione a seguito della confisca definitiva da parte dello Stato.

La Legge n. 161/2017 è intervenuta, tra l’altro, sul contenuto della relazione ex art. 41 CAM dedicata alla gestione delle aziende in sequestro.

Come noto, detta relazione deve essere predisposta dall’amministratore giudiziario e dallo stesso presentata all’autorità giudiziaria nonché trasmessa all’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati (ANBSC) entro tre mesi dalla nomina, prorogabili per giustificati motivi a sei mesi. La relazione, a norma del novellato art. 41 CAM, deve contenere:

  1. gli ulteriori dati acquisiti, integrativi di quelli già esposti nella relazione di cui all’art. 36, co. 1;
  2. l’esposizione della situazione patrimoniale, economica e finanziaria, con lo stato analitico ed estimativo delle attività;
  3. una dettagliata analisi sulla sussistenza di concrete possibilità di prosecuzione o di ripresa dell’attività, tenuto conto del grado di caratterizzazione della stessa con il proposto e i suoi familiari, della natura dell’attività esercitata, delle modalità e dell’ambiente in cui è svolta, della forza lavoro occupata e di quella necessaria per il regolare esercizio dell’impresa, della capacità produttiva e del mercato di riferimento nonché degli oneri correlati al processo di legalizzazione dell’azienda. Nel caso di proposta di prosecuzione o di ripresa dell’attività è allegato un programma contenente la descrizione analitica delle modalità e dei tempi di adempimento della proposta, che deve essere corredato, previa autorizzazione del giudice delegato, della relazione di un professionista in possesso dei requisiti di cui all’art. 67, co. 3, lett. d), del Regio Decreto 16 marzo 1942, n. 267 (di seguito anche “L.F.”) e successive modificazioni, che attesti la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del programma medesimo, considerata la possibilità di avvalersi delle agevolazioni e delle misure…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it