Arista di maiale al forno, con zucca saltata al rosmarino e vino bianco

In vista della notte di Halloween vi suggeriamo una ricetta a base di zucca: l’arista di maiale al forno con contorno di zucca saltata

arista di maialeSi avvicina la notte di Halloween, la notte delle zucche; chi non ricorda Linus che aspettava la “Grande Zucca” per la sera di Halloween?
In Italia la zucca è una tipica pietanza autunnale – invernale. Oggi segnaliamo la possibilità di accoppiarla all’arista di maiale.

La zucca saltata al rosmarino e vino bianco (data la dolcezza dell’ortaggio, si consiglierebbe nella preparazione, l’impiego di un vino aromatico come un Gewurtztraminer), è un contorno tipicamente autunnale, assai gustoso e gradito, non solo a chi ama questo vegetale dal vivace colore arancione e dalle discrete qualità nutrizionali. La realizzazione della pietanza non è impegnativa e permetterà in breve tempo di ottenere un saporito accompagnamento, per pietanze a base di carne grigliata o arrostita: nel caso di oggi vedremo il filetto di maiale.

Innanzitutto procuriamoci la polpa di zucca, che monderemo dalla buccia, dai semi e dalle fibre (diciamo che ne servirà almeno un chilo, visto che la polpa della zucca è ricca d’acqua e tende a ridursi in cottura), due rametti di rosmarino appena prelevato dalla pianta, un paio di spicchi d’aglio, privati della camicia e schiacciati tra due cucchiai, un bicchiere abbondante di Traminer, tre cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico abbondante di sale fino, ed un bella spolverata di pepe nero appena macinato, in modo che abbia conservato tutto il suo aroma.

Passiamo quindi a lavorare la carne: provvederemo a pulire accuratamente il filetto di maiale dalle pellicine e dai nervetti. Un pezzo da un chilo, un chilo e mezzo, sarà adeguato per quattro-sei persone.

Conclusa la pulizia della carne, incidiamo profondamente la polpa del filetto ed in ogni incisione, inseriamo una fisca d’aglio. Dopo di che, massaggiamo delicatamente tutta la carne con una spruzzata d’olio, del sale fino e della paprika dolce.

Mano quindi ad una padella su cui verseremo un giro d’olio extravergine di oliva, una noce di burro (la quantità dipende dalle dimensioni del pezzo del filetto) ed un dado, per brodo di carne. Fuoco moderato e soffriggiamo sino a che il burro non si sia sciolto ed abbia incorporato il dado.
A questo punto alziamo il fuoco e riponiamo nella padella il filetto che faremo sigillare, in modo che tutti i succhi, vengano trattenuti al suo interno. Una decina di minuti di cottura saranno sufficienti. A questo punto togliamo la carne dalla padella e la poniamo su di un piatto, a riposare per qualche minuto.

Possiamo ora preparare la zucca saltata al rosmarino e vino bianco: si comincia tagliando l’ortaggio a pezzi e privandolo della buccia. Quindi si taglia la polpa a pezzettoni grandi, quanto una noce. Olio in padella, fuoco medio basso per far imbiondire gli spicchi d’aglio, che a doratura avvenuta, potranno essere tolti o lasciati nella padella, a seconda del gusto.

Successivamente dentro la zucca ed il rosmarino tagliuzzato, aggiungere il Traminer, sino ad ottenere una bella rosolatura. Mentre la zucca è in padella, prendiamo il filetto di maiale e lo mettiamo nel forno preriscaldato a 200 gradi. Mentre il maiale cuoce, aggiungere ancora mezzo bicchiere di vino bianco alla zucca, lasciando che evapori. Quindi salare e dopo altri dieci minuti di cottura a fuoco medio, pepe a piacere, fuori il filetto dal forno e servire immediatamente!

Buon appetito!

Massimo Pipino

27 ottobre 2018

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it