Anticipazioni dalla Legge di bilancio: flat tax e abolizione di IRI e ACE- Diario Quotidiano dell'8 ottobre 2018

diario-quotidianoLe notizie di oggi:
1) I contributi al sindacato concorrono a formare il reddito del lavoratore
2) Imposizione italiana o lussemburghese: come dimostrare l’effettiva residenza all’estero
3) Avanzo da fusione inversa per la ricostituzione del patrimonio dell’incorporata
4) La programmazione di bilancio per i prossimi anni: flat tax per le imprese e abrogazione di IRI e ACE
5) Istituto codice ente “SGP”, da utilizzare nel modello di versamento F23
6) Attività lavorativa prestata all’estero in posizione di distacco: attribuzione di un nuovo ruolo aziendale
7) Entrate tributarie: gettito di 292,1 miliardi nei primi otto mesi del 2018
8) CIGS per aziende in cessazione
9) Accertamento: possibile detrarre l’Iva versata senza l’emissione di autofattura
10) ASD: ne risponde anche il presidente del sodalizio per le inadempienze fiscali

***

La programmazione di bilancio per i prossimi anni: Flat tax imprese e abrogazione IRI/ACE

Con l’introduzione della Flat tax (allargamento dei regimi forfettari) si assisterà all’abrogazione dell’IRI e dell’ACE.

Trasmessa in Parlamento la NADEF 2018: Il 4 ottobre 2018, sul sito nel MEF, è stata pubblicata la Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2018 che è stata presentata alle Camere. La NADEF aggiorna le previsioni economiche e gli obiettivi di finanza pubblica in relazione alle maggiori e più stabili informazioni disponibili sugli andamenti macroeconomici e alle riforme annunciate dal governo.

Ai sensi della legge 243 del 2012, il governo ha trasmesso al Parlamento, dopo aver informato la Commissione europea sul nuovo percorso di finanza pubblica, anche la relazione con la quale chiede l’autorizzazione a discostarsi temporaneamente dall’obiettivo programmatico.

Ecco i documenti (in formato PDF) pubblicati:

  • Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza – DEF 2018
  • Relazione al Parlamento ai sensi della legge n. 243/2012 art.6, comma 5
  • Allegati
  • Relazioni sulle spese di investimento e relative leggi pluriennali 2018 – Vol. I
  • Relazioni sulle spese di investimento e relative leggi pluriennali 2018 – Vol. II
  • Rapporto sui risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva – anno 2018
  • Rapporto programmatico recante gli interventi in materia di spese fiscali
  • Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva – anno 2018

Il Governo ritiene opportuno intervenire sulle clausole di salvaguardia contenute nella Legge di Bilancio 2018, neutralizzando completamente quelle relative al 2019 e parzialmente quelle riguardanti il 2020 e 2021.

Nel 2019 verrà introdotto il Reddito di Cittadinanza e si ristruttureranno e potenzieranno i Centri per l’Impiego.

Il Governo ritiene altresì necessario intervenire sul sistema pensionistico così come delineato dall’ultima riforma, che limita il fisiologico turnover nelle risorse umane impiegate, anche allo scopo di rinnovare le competenze necessarie all’innovazione.

Si introdurranno pertanto nuove modalità di accesso al pensionamento anticipato.

Ecco di seguito alcuni passi contenuti nel NADEF pubblicato dal MEF il 4 ottobre 2018:

Flat tax per le imprese

In attuazione della proposta flat tax per le imprese, nel 2019 si innalzeranno le soglie minime per il regime semplificato d’imposizione su piccole imprese, professionisti e artigiani. Verrà inoltre introdotta un’aliquota ridotta, pari al 15%, per l’imposta sui redditi di impresa. L’aliquota ridotta si applicherà ai redditi corrispondenti agli utili destinati all’acquisto di beni strumentali e alle nuove assunzioni.

La Legge di Bilancio 2019 proseguirà inoltre le politiche di promozione degli investimenti, dell’innovazione e del miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni. Il quadro programmatico prevede anche sostegni per le piccole e medie imprese e risorse per code contrattuali e perequazioni relative…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it