Sismabonus – cessione del credito in misura e nelle forme analoghe a quelle previste per l’Ecobonus: nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate

di Massimo Pipino

Pubblicato il 18 settembre 2018

Secondo quanto è stato opportunamente chiarito da parte dell'Agenzia delle Entrate, la cessione del credito IRPEF riveniente dal cosiddetto “sismabonus” deve seguire le medesime regole che sono state a suo tempo previste dal legislatore per l'“ecobonus”

Ecobonus e sisma bonusSecondo quanto è stato opportunamente chiarito da parte dell'Agenzia delle Entrate con la sua circolare n. 17/E, emanata il 23 luglio ultimo scorso dalla Direzione Centrale Coordinamento Normativo e titolata Cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di efficienza energetica nonché per gli interventi relativi all'adozione di misure antisismiche - articoli 14 e 16 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 - ulteriori chiarimenti”, la cessione del credito IRPEF riveniente dal cosiddetto “sismabonus” deve seguire le medesime regole che sono state a suo tempo previste dal legislatore per l'“ecobonus”.

In questo senso le novità pubblicate dall’Agenzia delle Entrate a loro volta si rifanno ai chi: per arimenti che erano già stati forniti con la Circolare n. 11/E, emanata nel corso del mese di maggio, con la quale gli uffici avevano dato le istruzioni relative alle modalità di cessione del credito riveniente dai lavori finalizzati alla realizzazione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici esistenti (attenzione alla dizione “esistenti”: per esistente, da un punto di vista urbanistico si intende l’immobile per il quale è stata presentata la dichiarazione di fine lavori da parte del titolare del titolo autorizzativo).

Tra le novità contenute nel nuovo documento di prassi dell’Agenzia sono da sottolineare le indicazione che estendono la possibilità di cessione del credito spettante in conseguenza dell’effettuaz