Contributi non dovuti all’INPS dal socio accomandatario che non partecipa all’attività – Diario Quotidiano del 4 settembre 2018

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 4 settembre 2018



1) Fattura Tax Free: adesione facilitata ad OTELLO 2.0
2) Tessera sanitaria: dal 2018 invio veloce ai contribuenti
3) Contributi non dovuti all’INPS dal socio accomandatario che non partecipa all'attività, neppure se ha compilato male la dichiarazione dei redditi
4) Aziende agricole con dipendenti: dal 4 settembre nuovo sistema deleghe
5) Agenzia Entrate/Riscossione: chiusura punto informativo
6) Enpacl: in scadenza la presentazione della dichiarazione annuale

1) Fattura Tax Free: adesione facilitata ad OTELLO 2.0

2) Tessera sanitaria: dal 2018 invio veloce ai contribuenti

3) Contributi non dovuti all’INPS dal socio accomandatario che non partecipa all'attività neppure se ha compilato male la dichiarazione dei redditi

4) Aziende agricole con dipendenti: dal 4 settembre nuovo sistema deleghe

5) Agenzia Entrate/Riscossione: chiusura punto informativo

6) Enpacl: in scadenza la presentazione della dichiarazione annuale

***

-) Contributi non dovuti all’INPS dal socio accomandatario neppure se ha compilato male la dichiarazione dei redditi

Il socio accomandatario che non lavora nella società può correggere gli errori commessi nella dichiarazione dei redditi anche oltre il termine di decadenza. Non sono, quindi, dovuti i contributi previdenziali all’INPS.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 2151