Agriturismo: IVA al 10% sulla costruzione dell’immobile – Diario quotidiano del 20 settembre 2018

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 20 settembre 2018



1) Agriturismo: si applica l’IVA al 10% sulla costruzione dell’immobile
2) Gli atti di trasferimento dei beni espropriati sono esenti da imposte
3) Box pertinenziale senza bonus e tanti altri chiarimenti dalle Entrate
4) Definizione agevolata: la rata del 30 settembre slitta al 1° ottobre
5) Sovraindebitamento, documento CNDCEC – FNC sui compensi
6) Omessa dichiarazione: niente sanzioni sul credito compensato

diario quotidiano di commercialista telematico1) Agriturismo: si applica l’IVA al 10% sulla costruzione dell’immobile

2) Gli atti di trasferimento dei beni espropriati sono esenti da imposte

3) Box pertinenziale senza bonus e tanti altri chiarimenti dalle Entrate

4) Definizione agevolata: la rata del 30 settembre slitta al 1° ottobre

5) Sovraindebitamento, documento CNDCEC – FNC sui compensi

6) Omessa dichiarazione: niente sanzioni sul credito compensato

***

1) Agriturismo: si applica l’IVA al 10% sulla costruzione dell’immobile

Si applica l’aliquota IVA del 10% prevista dal n. 127-quaterdecies della Tabella A, Parte III, allegata al DPR 633/72 anche sulle prestazioni di servizi riguardanti la costruzione di un fabbricato che comprende, tra l’altro, appartamenti destinati all’attività agrituristica.

Le spese edilizie vanno ripartite in base all’effettiva destinazione di ogni unità.

In assenza di opzione per il regime IVA ordinario, nel caso di specie si deve considerare il limite alla detrazione dell’IVA assolta sull’acquisto dei beni ammortizzabili previsto dal regime speciale IVA per i produttori agricoli (art. 34 del DPR 633/72), nonché la detrazione dell’imposta sugli acquisti forfetizzata in misura pari al 50% dell’imposta sui corrispettivi delle operazioni imponibili prevista per l’esercizio dell’attività di agriturismo.

Sono questi dei chiarimenti che sono contenuti nella risposta