Privacy - le semplificazioni per PMI - Diario quotidiano del 10 agosto 2018

1) Privacy: dal Garante al via le misure di semplificazione per PMI

2) Lotta all’elusione fiscale

3) Trattamento dei buoni-corrispettivo per ridurre il rischio di elusione fiscale

4) Antonino Maggiore nuovo direttore delle Entrate

5) Commercialisti: regime fiscale delle spese relative all’incarico professionale

6) Notificazione del servizio postale per gli atti tributari: ricorso valido anche senza la ricevuta

7) Disponibile l’elenco delle imprese ammesse allo sport bonus

8) Super e iper ammortamento: ulteriori chiarimenti sugli investimenti in magazzini autoportanti

9) Conferimento di ramo d’azienda da non residente: neutralità fiscale limitata

10) Aziende agricole con dipendenti: ulteriore proroga decorrenza per gli utenti abilitati in “Gestione Deleghe”

*****

privacy1) Privacy: dal Garante al via le misure di semplificazione per PMI

Garante Privacy: a fini di semplificazione le piccole e medie imprese fruiranno di misure snelle per potere adempiere obblighi previsti per il titolare del trattamento.

Il Garante della privacy dovrà promuovere modalità semplificate di adempimento degli obblighi del titolare del trattamento.

Si tratta di una delle misure che è stata approvata in via definitiva dal governo l’8 agosto 2018.

Codice della privacy

Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati) (Ministero della Giustizia – esame definitivo)

Il decreto legislativo, in attuazione dell’art. 13 della legge di delegazione europea 2016-2017 (legge 25 ottobre 2017, n. 163), introduce disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento europeo relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati. Dopo l’esame di una commissione appositamente costituita si è deciso, al fine di semplificare l’applicazione della norma, di agire novellando il codice della privacy esistente, nonostante il regolamento abbia di fatto cambiato la prospettiva dell’approccio alla tutela della privacy rispetto al codice introducendo il principio di dell’accountability. Si è scelto di garantire la continuità facendo salvi per un periodo transitorio i provvedimenti del Garante e le autorizzazioni, che saranno oggetto di successivo riesame, nonché i Codici deontologici vigenti. Essi restano fermi nell’attuale configurazione nelle materie di competenza degli Stati membri, mentre possono essere riassunti e modificati su iniziativa delle categorie interessate quali codici di settore. In considerazione delle esigenze di semplificazione delle micro, piccole e medie imprese, si è previsto che il Garante promuova modalità semplificate di adempimento degli obblighi del titolare del trattamento.

(Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 14 dell’8 Agosto 2018)

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (14 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it