Obbligo di fatturazione elettronica per l’attività di distributore di carburante

di Massimo Pipino

Pubblicato il 6 agosto 2018

Come ormai ben noto, il legislatore è intervenuto per prorogare al 1° gennaio 2019 il termine di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di benzina e gasolio da autotrazione effettuate presso impianti stradali di distribuzione. È invece rimasto fermo il termine del 1° luglio 2018 per l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica relativamente alle altre tipologie di cessioni di benzina e gasolio per autotrazione effettuate verso soggetti passivi IVA, ossia per tutte quelle che non vengono effettuate presso la rete di distributori stradali

Basta carta carburante?Premessa

Come ormai ben noto con il Decreto Legge 28 giugno 2018 n. 79 il legislatore è intervenuto per prorogare al 1° gennaio 2019 il termine di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di benzina e gasolio da autotrazione effettuate presso impianti stradali di distribuzione.

È invece rimasto fermo il termine del 1°  luglio 2018 per l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica relativamente alle altre tipologie di cessioni di benzina e gasolio per autotrazione effettuate verso soggetti passivi IVA, ossia per tutte quelle che non vengono effettuate presso la rete di distributori stradali.

La fatturazione elettronica

L’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di benzina e gasolio per autotrazione è stato previsto dalla Legge di bilancio per il 2018 (Legge 27 dicembre 2017 n. 205), al fine di prevenire e contrastare l’evasione fiscale e le frodi IVA.

In particolare, l’articolo 1, comma 917 e seguenti della Legge di bilancio 2018, nel testo vigente anteriormente alle modifiche apportate dal Decreto Legge n. 79/2018, ha previsto, che con decorrenza a partire dal 1° luglio 2018 entrasse in vigore:

  • l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori;
  • l’obbligo, per i soggetti passivi IVA, di documentare mediante fattura elettronica l’acquisto di detti carburanti effettuati presso impianti di distribuzione;
  • l’utilizzo di mezzi di pagamento diversi dal contante ai fini della deducibilità dei costi e della detraibilità dell’IVA per l’acquisto di carburanti e lubrificanti;
  • l’obbligo di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi relativi alle cessioni di benzina e gasolio per autotrazione.

Con il Decreto Legge n. 79/2018 viene rinviato dell’obbligo della fatturazione elettronica per le cessioni presso impianti stradali di distribuzione

Per andare incontro alle richieste degli operatori, è stato emanato il Decreto Legge 28 giugno 2018 n. 79, con il quale è stato disposto il rinvio dell’obbligo di fattura