Circolare del lavoro del 20 luglio 2018 - Dal 1° luglio 2018 vige il divieto di pagamento degli stipendi in contanti: modalità di calcolo delle sanzioni

1) INPS – messaggio n. 2791 del 10 luglio 2018: i datori di lavoro non saranno più obbligati a erogare in busta paga la quota maturanda del TFR.

2) A partire dal 1° luglio 2018 è entrato in vigore il divieto di pagamento degli stipendi in contanti. L’INL con la nota del 4 luglio 2018 chiarisce, fra l’altro, le modalità di calcolo delle sanzioni

3) INPS – Messaggio n. 2749 del 6 luglio 2018: il “Cassetto previdenziale” per il lavoro domestico ora è aperto anche agli intermediari

4) Firmato, il 5 luglio 2018, tra l’ANAGINA e la FIRST CISL, la FISAC CGIL, la FNA, la UILCA, il CCNL impiegati amministrativi agenzie generali di Generali Italia Spa

5) Firmato, il 2 maggio 2018, tra Confederazione Sistema Impresa e Confsal, l’accordo interconfederale sui criteri e le modalità per la condivisione, fra le parti sociali, dei piani formativi per la formazione continua

6) Transazioni commerciali: fissato il tasso d’interesse per il ritardo nei pagamenti

7) ANPAL – Aggiornamento FAQ: assegno di ricollocazione anche a chi non ha alcun titolo di studio

8) Pubblicato in Gazzetta il DM 18 maggio 2018, recante i criteri di riparto del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale e l’adozione del Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà

9) Sottoscritto il 4 luglio 2018, tra Asstra, Anav, Agens e Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna, il verbale per la modifica dell’accordo istitutivo del Fondo Bilaterale di Solidarietà dell’8 luglio 2013

10) Dal 2 luglio 2018 è entrato in vigore lo Statuto del nuovo Fondo Previdenza Cooperativa per i lavoratori del sistema cooperativo

11) APE sociale: entro il 15 luglio, i potenziali destinatari devono inoltrare domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio

12) Per i CDL gli agronomi e i forestali non sono abilitati ad eseguire gli adempimenti di lavoro

13) CDL: è stata siglata la convenzione con l’INPS per il cumulo dei contributi

14) Novità in Gazzetta UE in materia di distacco transnazionale

15) Agenzia delle Entrate – Risoluzioni n. 52 e 53 del 9 luglio 2018: causali contributo

16) INAIL – Comunicato del 6 luglio 2018 – Contributi associativi: adesione e revoca dai prossimi giorni disponibile la funzione per l’invio dei file

17) Contact center INAIL – 06.6001 da cellulare e da fisso numero verde unico attivo dal 1° luglio

18) Modulo INAIL OT24 2019: per la presentazione c’è tempo fino al 28 febbraio 2019

19) Tribunale di Benevento – Ordinanza del 19 giugno 2018: diritto all’assunzione per i lavoratori dipendenti nell’ambito del cd. “cambio di appalto”

*****

A partire dal 1° luglio 2018 è entrato in vigore il divieto di pagamento degli stipendi in contanti. L’INL con la nota del 4 luglio 2018 chiarisce, fra l’altro, le modalità di calcolo delle sanzioni

Il primo importante chiarimento che è stato fornito dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro nella nota del 4 luglio u.s. riguarda le modalità con cui effettuare calcolo della sanzione nel caso di violazione del divieto di corrispondere la retribuzione in contanti. Come noto a partire dal 1° luglio 2018, per effetto delle novità introdotte con la Legge di Bilancio 2018, i datori di lavoro o committenti che non pagheranno gli stipendi per i propri lavoratori dipendenti con mezzi tracciabili saranno sottoposti a sanzione amministrativa pecuniaria il cui importo è compreso tra i 1.000 ed i 5.000 euro. L’importo da applicare prescinde da quale sia il numero dei lavoratori interessati dalla violazione ma il calcolo verrà effettuato sulla base delle mensilità per le quali si è protratto il comportamento illecito. L’INL riporta un utile esempio:

“qualora la violazione si sia protratta per tre mensilità in relazione a due lavoratori, la sanzione calcolata ai sensi dell’art. 16 della L. n. 689/1981 sarà pari a: euro 1666,66×3 = euro 5.000. Per quanto sopra chiarito, il medesimo importo sarà…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it