Carburanti: la carta multiuso non richiede l’emissione della fattura elettronica - Diario Quotidiano dell'8 giugno 2018

1) Nel corso della verifica fiscale la presentazione di una dichiarazione integrativa sana tutto
2) Fatture elettroniche trasmissibili anche nei giorni successivi a quello effettuazione dell’operazione
3) Carburanti: la carta multiuso non richiede l’emissione della fattura elettronica
4) Gerico 2018: arrivati i primi ritocchi al software di compilazione/controllo Studi di settore
5) Regolarizzazione dei redditi all’estero: istituito codice tributo per pagare imposte/sanzioni/interessi con F24 ELIDE
6) Pacchetti turistici e servizi collegati: Dlgs in G.U.
7) Borsa Italiana: modifica ai regolamenti e alle istruzioni
8) Poteri pubblici e attività d’impresa: fattori di blocco dell’economia italiana analizzati da Assonime
9) Modelli dichiarativi fiscale: modifiche ai vari programmi di controllo
10) Dipendenti studi professionali, operatività del Fondo di integrazione salariale; Cndcec, Ordinamento professionale modifiche in bozza per le SAF
****
Carburanti: la carta multiuso non richiede l’emissione della fattura elettronica
La carta multiuso libera dalla E-fattura (si veda nel Diario quotidiano fiscale del 7 giugno 2018), ma, attenzione, la tracciabilità dei pagamenti rimane sempre.
Dal 1° luglio 2018 fattura elettronica per l’acquisto di carburanti: in tema si è già registrato, oltre al provvedimento direttoriale prot. n. 73203 del 4 aprile 2018, un documento di prassi.
In particolare, come già evidenziato nel Diario quotidiano fiscale del 14 maggio 2018, la circolare dell’Agenzia delle entrate n. 8/E/2018 si è soffermata sulle misure introdotte in tema di cessione di carburanti e sulle relative modalità di pagamento e fatturazione, in considerazione dell’approssimarsi del 1° luglio 2018, e, quindi, dell’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica per le “cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori” (art. 1, comma 917, L. 205/2017).
E stato, peraltro, chiarito che se la carta multiuso consente l’acquisto presso soggetti diversi (oppure l’acquisto di diversi beni o servizi), dovrà essere qualificata come un semplice documento di legittimazione, la cui cessione non è soggetta ad Iva e, quindi, non richiede l’emissione della fattura elettronica (al momento del pagamento con strumenti tracciabili).
Più specificatamente, nella predetta circolare n. 8/E/2018, a proposito delle carte Netting (pagamento avviene in un momento diverso rispetto alla cessione), l’Agenzia delle Entrate afferma che: “l’obbligo di pagamento con tali modalità all’atto della cessione/ricarica non si accompagna necessariamente a quello di fatturazione elettronica”.
Ed, infine, viene asserito che: “laddove il buono/carta dia modo di rifornirsi presso plurimi soggetti – impianti gestiti da diverse compagnie o da singoli imprenditori, pompe c.d. “bianche” (ossia che non fanno parte del circuito delle compagnie di distribuzione), ecc. – ovvero consenta l’acquisto di più beni e servizi, si avrà un semplice documento di legittimazione, la cui cessione non è soggetta ad imposta sul valore aggiunto in forza dell’articolo 2, comma 3, lettera a), del decreto IVA e, conseguentemente, a quello di fatturazione in forma elettronica (si veda, in ordine ad una peculiare tipologia di buoni per l’acquisto di benzina agevolata, la circolare n. 30 del 1° agosto 1974).
Le indicazioni qui fornite, che sono in linea con la giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (cfr., ad esempio, la sentenza 21 febbraio 2006, causa n. C-419/02) trovano ulteriore conferma nella direttiva 27 giugno 2016, n. 2016/1065, la quale, nel modificare la direttiva 28 novembre 2006, n. 2006/112/CE, ha espressamente codificato la differenza tra “buono monouso” e “buono multiuso”.”.
Ed ancora, l’Agenzia delle entrate, “ritiene che i buoni emessi (e utilizzati) sino al 31 dicembre 2018 in difformità alle indicazioni qui fornite – ma in…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it